In un contesto sempre più “salutista”, l’importanza delle vitamine è essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo.

Il termine vitamina identifica una serie di nutrienti essenziali che rispetto ad altre sostanze sono disponibili in quantità limitate “nativamente” nell’organismo e nella maggior parte dei casi devono essere introdotte attraverso l’assunzione di cibo oppure di integratori.

La vitamina D è una delle più note nell’ambito, ma quali sono gli effetti relativi ad una sua carenza?

Cos’è?

Il termine Vitamina D fa riferimento in realtà ad una “famiglia” di sostanze liposolubili, nella fattispecie ad un gruppo di molecole, presenti soprattutto sotto forma di ergocalciferolo (vitamina D2) e colecalciferolo (vitamina D3). Viene definita anche la vitamina del Sole proprio perchè quasi la totalità del fabbisogno giornaliero di questa vitamina arriva proprio dai raggi solari.

Rispetto alla quasi totalità delle vitamine, il corpo è in grado di sintetizzarlo e distribuire la suddetta vitamina attraverso il fegato in maniera autonoma, quando quest’ultimo ne ha più bisogno.

Come già accennato, esiste principalmente nelle due forme di ergocalciferolo, che viene assunto con il cibo, e il colecalciferolo, che viene sintetizzato dal nostro organismo.

La vitamina D risulta essere scarsamente reperibile nei cibi in quantità importanti: è infatti concentrata sopratutto nell’olio di fegato di merluzzo.

Carenza di VITAMINA D provoca la caduta dei capelli? La verità che lascia senza parole

Risulta essenziale per il corretto funzionamento delle ossa, e spesso una sua mancanza o presenza in quantità eccessive e stata associata a diverse patologie, tra queste anche la possibile caduta dei capelli.

Vi è sicuramente un legame tra la scarsità e la caduta dei capelli.

Ricerche recenti infatti evidenziano una scarsa quantità di Vitamina D presso le persone che soffrono di alopecia, essendo questo nutriente essenziale per la “buona salute” dei bulbi piliferi.

Una persona adulta in buona salute mantiene regolarmente valori di questa vitamina tra i 20 e 40 ng/mL.

Non bisogna mai eccedere nel consumo di integratori senza il consiglio di un nutrizionista/medico.

vitamina d