L’infortunio per il difensore Kjaer è subito apparso grave ieri sera quando ha dovuto lasciare la gara contro il Genoa dopo appena 40 secondi e gli accertamenti hanno confermato la rottura del legamento crociato, una bruttissima tegola per il Milan.

Kjaer: l’entità dell’infortunio

Questa mattina il danese Kjaer si è presentato alla Clinica Columbus, accompagnato dal medico sociale Stefano Mazzoni in stampelle e già questo non era un segnale molto incoraggiante, infatti dopo gli esami strutturali è stata evidenziata la rottura del legamento crociato e un danno anche al collaterale della coscia sinistra. Domani il danese sarà operato e solo dopo l’intervento in artroscopia si potranno stimare i tempi di recupero.

Kjaer: il danese osannato da tutti dopo l’Europeo

Simon Kjaer è diventato il danese più osannato dopo l’Europeo scorso, perchè è stato il primo a soccorrere il suo compagno di nazionale Eriksen quando ha avuto un brutto arresto cardiaco e anche il primo a cercare di rassicurare la moglie dello stesso Eriksen in quei momenti drammatici.

Questo suo gesto oltre ad un’ottima competizione continentale gli hanno permesso di entrare in lizza per il Pallone d’Oro poi vinto da Lionel Messi. Adesso tutto il mondo del calcio e dello sport in genere, si stringe intorno al difensore rossonero.

Il comunicato della società

Questo il comunicato ufficiale del Milan sull’infortunio del proprio difensore: “La risonanza e la valutazione specialistica a cui è stato questa mattina sottoposto Simon Kjaer hanno confermato la necessità di una artroscopia del ginocchio sinistro per riparare il danno legamentoso. L’intervento verrà effettuato domani”.

Il Milan costretto a ricorrere sul mercato

Bruttissima tegola in casa Milan, perchè Kjaer con le sue prestazioni si è saputo imporre come leader della difesa rossonera e la sua lunga assenza sarà un guaio non da poco per Pioli. La società ha già fatto sapere che a gennaio ritornerà sul mercato per sostituire il danese, perchè Romagnoli e Gabbia non possono reggere la responsabilità di dover prendere il posto del danese.

Il Milan dovrà fare di necessità virtù almeno per tutto il mese corrente per poi tuffarsi nel mercato di riparazione alla ricerca di un difensore di spessore da affiancare a Tomori.

Il primo nome sulla lista della dirigenza rossonera sembra essere quello del colombiano Yerry Mina, un classe’94 attualmente all’Everton ma che non rientra nei piani di Benitez. Potrebbe arrivare con la formula del prestito con diritto di riscatto.

                  Seguici anche su Google News al seguente link: Leggera su Gnews