Il 2020 è stato l’anno delle agevolazioni e dei bonus più disparati, nonchè una delle forme di sostegno per fasce di popolazione maggiormente colpite dal Covid-19. La situazione pandemica ha “scombussolato” gli equilibri sociali e la linea adottata dal governo Conte II, che nel giro di pochi mesi ha messo a disposizione un gran numero di aiuti.

Il Superbonus 110 % è uno di questi anche se non è direttamente associabile al periodo pandemico visto che si tratta di un incentivo, nella forma di una detrazione fiscale del 110% dell’importo speso per la riqualificazione energetica degli edifici. Parte del Decreto Rilancio del 2020, il Superbonus è stato leggermente modificato nelle tempistiche nel corso del tempo ed è stato sostanzialmente confermato anche per il futuro.

I requisiti

I requisiti per poter ambire al Superbonus sono piuttosto precisi

  • interventi di isolamento termico delle superfici opache inclinate, verticali e orizzontali che riguadano l’esterno dell’edificio
  • interventi di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistente con impianti per il riscaldamento, e relative alla fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, a pompa di calore o di microcogenerazione
  • qualsiasi intervento che integri o migliori regolamentazioni antisismiche

A farne richiesta possono essere i condomini, le persone fisiche, le Onlus, le cooperative di abitazione a proprietà condivisa e gli Istituti autonomi case popolari.

Superbonus 110% potrebbe cambiare: ecco come

Esiste un limite di ISEE per i proprietari di alloggi unifamiliari e villette che, che a partire dal 2022 dovrebbe aumentare da un valore di 25mila euro a 40mila.

Inolre camibiano le scadenze:

  • Per i lavori in condominio c’è tempo fino al 31 dicembre 2023 per ottener il 110%.
  • C’è tempo fino al 31 dicembre 2023 per effettuare i lavori usufruendo del 110% da parte di persone fisiche. ;
  • Per gli interventi effettuati nelle ex case IACP e nelle cooperative edilizie , per i quali entro il 30 giugno 2023 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023.

110 superbonus