Il 5-0 subito dalla Salernitana contro il Sassuolo ha fatto arrabbiare non poco il presidente Iervolino. Il patron granata si è lasciato uno sfogo mettendo in discussione anche l’allenatore. Al momento non sarebbe previsto un esonero, ma se le cose non dovessero migliorare, un cambio in panchina non sarebbe impossibile.

Salernitana-Nicola: voci su Andreazzoli e Di Francesco

Tra i nomi che sono usciti nelle ultime ore spuntano quelli di Aurelio Andreazzoli e Eusebio Di Francesco. Il primo è reduce da un buon campionato con l’Empoli anche se ha pagato la lunga striscia di partite senza vittorie che gli è costata la riconferma anche se la salvezza dei toscani non è mai stata messa in discussione.

Di Francesco è reduce da tre esoneri consecutivi: quelli di Sampdoria, Cagliari e Verona. Una vera e propria parabola discendente per il tecnico che dopo l’ottimo primo anno alla Roma non è stato più in grado di trasmettere le sue idee ovunque ha allenato. Le perplessità per un suo ingaggio potrebbero derivare proprio da questi ultimi risultati.

Salernitana-Nicola: D’Aversa e Ranieri le alternative

Gli altri nomi per il possibile successore di Nicola portano a Roberto D’Aversa e Claudio Ranieri. Entrambi i tecnici sono cercati anche dalla Sampdoria dopo che ha ufficializzato l’esonero di Giampaolo a seguito della sconfitta contro il Monza.

D’Aversa è ancora sotto contratto con i blucerchiati e quindi deve prima liberarsi prima di accasarsi altrove. Per quanto riguarda Ranieri, a lui piacciono le sfide e non avrebbe problemi ad accettare, bisogna capire se Iervolino vorrà fare uno sforzo economico visto che il tecnico romano chiede un ingaggio importante.

Salernitana-Nicola: tutto rimandato dopo il Verona

Nonostante le tante voci, Davide Nicola al momento non rischia l’esonero, a patto che si ottenga un risultato positivo contro il Verona e che si vedano progressi sul gioco. In caso negativo, allora le cose possono cambiare, ma il calcio è talmente strano che le cose possono accadere anche in maniera anticipata. Staremo a vedere.