Il Giugliano impegnato oggi nell’anticipo della 12a giornata del Girone G di Serie D, si è imposto facilmente sul Latte Dolce per 3-0 ritornando al successo.

Giugliano: turn over di mister Ferraro

Il tecnico del Giugliano, Giovanni Ferraro, in vista anche del prossimo impegno infrasettimanale ha attuato un leggero turn over in formazione lasciando fuori in difesa Biasol e inserendo Mazzei, sulla fascia dentro Gentile per Caiazzo; a centrocampo scelta obbligata quella di Fornito per Gladestony infortunato, mentre in attacco è stato preferito Kyeremateng a Scaringella.

Primo tempo più di calci che di calcio

Il primo tempo è stato abbastanza bloccato, soprattutto perchè la compagine sarda ha cercato di arginare il Giugliano con la cattiveria agonistica mettendo la gara sui binari del fallo sistematico. Ben 5 infatti gli ammoniti in casa Latte Dolce.

Pochissime le occasione tranne una, quella del vantaggio della capolista al 26′. Azione personale sulla sinistra di Kyeremateng e cross rasoterra innocuo che il portiere Carta si è incredibilmente fatto sfuggire dalle mani, lestissimo Rizzo ad avventarsi sulla palla vagante e scaraventarla in rete.

Niente altro da segnalare fino al duplice fischio dell’arbitro, solo tanto possesso palla dei padroni di casa.

Ripresa più spumeggiante

Nel secondo tempo il Latte Dolce ha dovuto per forza di cose scoprirsi per cercare il pareggio, ma è sempre stato il Giugliano in controllo totale della gara.

Al 52′ è arrivato il raddoppio dei tigrotti ancora con l’argentino Rizzo, tempestivo a rubare il tempo a tutti di testa sul primo palo da angolo calciato da Cerone.

Al 58′ Ferraro ha mandato in campo Abreu per lo stanco Kyeremateng e al 63′ il nuovo entrato ha subito messo il timbro sulla gara con preciso inserimento in area su servizio di Boccia trasformato in rete sul primo palo con dedica e bacio alla propria donna in tribuna.

Fino al termine della partita il Giugliano ha mantenuto il possesso di palla sfiorando in qualche circostanza anche il 4-0, che però non è arrivato.

La risposta che serviva

Dopo un pareggio e la prima sconfitta stagionale quella di oggi è stata la risposta che serviva dai tigrotti per mettere a tacere i primi mugugni nati nei giorni scorsi.

Una partita senza sofferenze portata a casa con estrema facilità e realizzando tre reti ad una formazione che prima di oggi in trasferta ne aveva subito in tutto 4.

In tribuna anche il primo acquisto del mercato di riparazione, è un gradito ritorno in gialloblù, quello di Mady Abonckelet.

Seguici anche su Google News al seguente link: Leggera su Gnews