Da oramai parecchi decenni risulta essere sempre più stretto e conosciuto il legame tra l’alimentazione (o più in generale, lo stile di vita) e lo stato di salute.

Il vecchio detto “siamo ciò che mangiamo” si rivela in definitiva essere più sensato ed attuale che mai, al punto che una corretta alimentazione risulta essere indispensabile per ambire ad una vita lunga ed in salute. Cosa c’entrano i trigliceridi alti?

Molte malattie o “tendenze” dell’organismo possono essere sufficientemente tenute “sotto controllo” quando non addirittura arginate da un corretto apporto alimentare: al netto di tantissime fake news (concettualmente non esiste alcun tipo di cibo “miracoloso”) alcune pietanze sono particolarmente utili per contrastare problematiche specifiche, come i trigliceridi alti.

Cosa sono?

I trigliceridi sono immediatamente associati alla dieta.

Si parla di loro solitamente con un’accezione negativa anche se come per il colesterolo non è propriamente così.

Si tratta infatti di “grassi” (lipidi) presenti nel sangue che hanno varie funzioni, in particolare quella di riserva di energia per l’organismo e di isolamento termico dal freddo.

In sostanza il funzionamento risulta essere strettamente correlato al cibo in quanto il corpo “converte” in questa forma di grassi le sostanze nutritive che non necessita nell’immediato, ma le immagazzina.

Valori troppo alti di trigliceridi sono solitamente causati da condizioni genetiche natie (come ad esempio insufficienza renale), aumento del peso e obesità, scarsa attività fisica, elevato consumo di alcool ed in generale uno stile di vita poco accorto.

Trigliceridi alti? Ecco i 10 cibi che devi assolutamente evitare

Quando si parla di grassi “cattivi” si fa riferimento a quelli derivanti soprattutto da specifici alimenti, che bisogna assolutamente evitare per evitare di incorrere in problematiche salutari inerenti l’intero apparato circolatorio proprio come i trigliceridi alti.

  • Farine bianche e raffinate
  • Alcol
  • Burro e margarina
  • Fritture
  • Dolci (soprattutto quelli “confezionati”)
  • La frutta eccessivamente zuccherina
  • Miele
  • Carne (soprattutto quella rossa)
  • Bevande Zuccherate
  • Lardo

trigliceridi