Tra gli acquisti effettuati dal Sassuolo nella sessione di mercato appena conclusa spunta quello di Armand Laurentiè. L’esterno francese è arrivato alla corte neroverde con un compito molto difficile: quello di sostituire Raspadori passato al Napoli.

Armand Laurienté: le cifre dell’operazione

La trattativa per portare Armand Laurentiè al Sassuolo è stata abbastanza lunga. I neroverdi avevano inizialmente offerto al Lorient 10 milioni di euro più uno di bonus più il 20% sulla futura rivendita. La società francese ha respinto l’offerta fino al momento che il Sassuolo ha effettuato il definitivo rilancio che gli ha permesso di chiudere la trattativa.

Il giocatore è stato seguito anche dal Torino. I granata avevano fatto un tentativo per portarlo alla corte di Juric per poi virare su Vlasic e Miranchuk.

Armand Laurienté: la carriera

Classe 1998 Laurentiè, muove i suoi primi passi nel settore giovanile del Rennes. Mostra le sue qualità nella seconda squadra nei campionati minori mettendo a segno 7 gol in 14 gare, ma arrivato nei professionisti ha faticato molto.

È dovuto approdare al Lorient nel 2019 per dimostrare il suo valore. In tre anni il giocatore, mette a segno 13 reti e altrettanti assist, compresa la rete siglata prima di approdare al Sassuolo.

Ora per il francese è atteso al grande salto nel campionato italiano sotto la guida di Dionisi, allenatore dal gioco offensivo.

Armand Laurienté: i ruoli che può ricoprire

Il ruolo principale di Laurentiè è quello di ala destra e all’occorrenza può giocare anche nella corsia opposta a piede invertito. Come caratteristiche sostituisce Giacomo Raspadori che ricopriva gli stessi ruoli.

Come qualità è senza dubbio che parte un po’ dietro rispetto all’attuale giocatore del Napoli, ma un giocatore se trova il contesto giusto può esprimere al massimo le sue qualità ed essere una sorpresa. Con le idee calcistiche di Dionisi, Laurentiè può migliorare molto il suo rendimento e diventare più forte.