Gianluca Vialli non ce l’ha fatta: dopo la scomparsa di Sinisa Mihajlovic, lascia prematuramente questa terra anche l’indimendicato bomber di Cremonese, Sampdoria e Juventus, uno degli attaccanti simbolo degli anni 90, prima di diventare una figura estremamente professionale ed apprezzata anche oltremanica.

Gianluca Vialli è venuto a mancare per complicazioni dovute al tumore al pancreas, che era stato inizialmente sconfitto ma che si era ripresentato in una forma ancora più aggressiva negli ultimi mesi.

Gianluca Vialli è morto, calcio in lutto: quanti anni aveva, malattia, famiglia, carriera

Gianluca Vialli è venuto a mancare a 58 anni, essendo nato a Cremona il 9 luglio 1964 da una famiglia di origine trentina.

Il primo contatto col mondo del calcio arriva quasi subito, quando entra a far parte delle giovanili del Pizzighettone che a fine anni 70 cede il cartellino alla Cremonese, che permetterà al giovanissimo Gianluca di esordire tra i professionisti, in serie C agli inizi degli anni 80.

Resterà in grigiorosso fino all’estate 1984, quando sarà acquistato dalla Sampdoria: proprio in blucerchiato scriverà pagine importantissime del club, portandolo al primo e finora unico scudetto della storia della società genovese oltre alla vittoria di 4 coppe Italia e una Coppa delle Coppe, oltre a una Supercoppa Italiana.

Nel 1994 passa alla Juventus dove conferma le ottime doti atletiche, di carisma e tecniche, vincendo uno Scudetto da protagonista, una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana ed una Coppa Uefa, è stato anche l’ultimo capitano della Juventus ad alzare una Champions League.

Proficua ed importantissima la parentesi da allenatore-giocatore al Chelsea, all’epoca non un club di primo piano della Premier League.

Da menzionare anche la carriera con la nazionale azzurra dal 1985 fino al 1992 ha anche vestito la casacca della Nazionale.

Gianluca lascia la moglie Cathryn White Cooper, ex modella, oggi arredatrice di interni nativa del Sudafrica, conosciuta durante la permanenza in Inghilterra e che ha sposato nel 2003, e le due figlie, Sofia e Olivia.

La redazione di Leggera.Cloud espone le più sincere condoglianze alla famiglia di Gianluca Vialli, atleta, uomo e professionista di grande livello.

Gianluca Vialli