Please wait..

Tommaso Baldanzi: chi è il centrocampista che tutti vogliono

È sicuramente una delle rivelazioni di questo campionato. Tommaso Baldanzi, centrocampista dell’Empoli ha disputato una stagione straordinaria e ha contribuito in maniera importante alla salvezza dei toscani che si rivelano ancora una volta una società con un settore giovanile all’avanguardia, trampolino di lancio di tanti giovani.

Tommaso Baldanzi: il suo percorso nelle giovanili

Baldanzi è cresciuto nelle giovanili del Castelfiorentino, squadra della provincia di Firenze. Dove ci gioca fino all’età di sei anni. Poi arriva il suo approdo all’Empoli nel 2011. Il giocatore fa tutta la trafila delle giovanili. Durante il suo percorso ha vinto già due campionati: uno con l’Under 16 e l’altro con la Primavera.

Già da questi particolari si intravedeva che il giovane dell’Empoli potesse fare strada ad un’età così giovane.

Tommaso Baldanzi: gli esordi con la prima squadra

Tommaso debutta con la prima squadra nel 2020 in Coppa Italia contro il Benevento per il terzo turno che finì 4-2 con un suo assist per Mancuso. In Serie A l’esordio arriva lo scorso anno all’ultima di campionato contro l’Atalanta nella gara che terminò 1-0 per i toscani.

Quest’anno invece, Zanetti decide di puntare su di lui in pianta stabile. Contro il Lecce parte da titolare e qualche giorno dopo gioca nuovamente dal primo minuto contro il Verona dove segna anche la sua prima rete in Serie A.

L’apoteosi arriva nella gara contro l’Inter dove segnò il decisivo 1-0 che regala una vittoria storica a San Siro, la seconda nella storia.

In tutta la stagione colleziona 26 presenze con quattro reti all’attivo. Un buon biglietto da visita per un giovane.

Tommaso Baldanzi: caratteristiche tecniche

Il suo ruolo è quello di centrocampista offensivo che può agire sia come trequartista che come ala sinistra seppur sia ambidestro. Oltre alla tecnica può vantare anche di una buona rapidità, controllo palla e visione di gioco nel servire i compagni per la conclusione.

Tecnicamente viene paragonato a Giovinco o al Papu Gomez, ma per stessa ammissione del giocatore, si dice di ispirarsi a Paulo Dybala.

Tommaso Baldanzi: le squadre che lo vogliono

Le prime squadre che hanno messo gli occhi sul giocatore sono state Napoli e Milan. La sensazione è che possa scatenarsi un’asta e dato che Corsi voglia trattenerlo ancora per un anno per farlo crescere ulteriormente, non è escluso che possa chiedere cifre alte. Si parte da una base d’asta di 10 milioni di euro.

Al momento il giocatore è impegnato con la nazionale under 20 nei Mondiali in Argentina e qualsiasi discorso sarà rimandato al termine della competizione.