L’Afragolese sta preparando la nuova stagione nel ritiro di Solofra e ieri sera ha ricevuto una graditissima sorpresa, una delegazione del tifo organizzato si è presentato all’esterno dell’albergo dove alloggiano i rossoblù per incitarli.

Afragolese: l’unità finalmente c’è

Il gesto di ieri sera è stato solo l’ultimo che ha sancito quello che da mesi i dirigenti ed il presidente dell’Afragolese si auspicavano e cioè l’unità di tutto l’ambiente.

Mancavano all’appello solo i rappresentanti del tifo organizzato per essere tutt’uno con quello che si sta creando e finalmente anche loro si sono uniti al progetto.

Una sorpresa che ha lasciato calciatori, staff tecnico e dirigenziale senza parole, perchè il calore e l’affetto ricevuto ha dato la dimostrazione che davvero si sta costruendo qualcosa di molto importante.

                     

UNITI SI VINCE, il motto della società è stato recepito da tutti, sono stati messi da parte vecchi screzi ed incomprensioni e come la più bella delle famiglie il sereno è tornato a splendere, perchè una vera famiglia è così: ci si litiga, si urla, ci si arrabbia, ma alla fine a vincere è sempre il bene e questo bene si chiama Afragolese.

Un progetto che continua ad arricchirsi

Nonostante sia stata costruita una corazzata in ogni settore partendo dalle giovanili fino ad arrivare alla prima squadra formata da calciatori di assoluto livello nonchè di un allenatore preparatissimo; nonostante conferme importanti, ritorni e volti nuovi nell’organigramma societario; nonostante ogni singolo membro di questa società è rispettato prima come uomo e per il ruolo che ricopre (dai magazzinieri delle giovanili all’addetto stampa), nonostante tutto questo immenso lavoro già svolto non è ancora finita.

L’ingresso in ordine di tempo dei due Gigi (Castaldo e Pavarese) è servito per arricchire ancor di più il progetto, ma non è detto che le sorprese siano finite.

Potrebbero esserci ancora volti nuovi nell’organigramma ed il calciomercato non è ancora chiuso……

Non resta che dire al presidente Niutta, al Dg Orefice, a Rosolino e tutti gli artefici di quello che ha tutti gli aspetti di un progetto duraturo e vincente: Chapeau!

Indice dei contenuti