I cereali rappresentano generalmente la definizione comune delle piante che fanno parte del gruppo delle Graminacee, come riso, mais, grano, avena, miglio e simili, costituiscono damillenni la forma di sostentamento basilare per gran parte della popolazione mondiale, visto che le primissime coltivazioni risalgono a circa 10mila anni fa. I cereali hanno ricoperto un ruolo chiave a partire dalle prime civiltà conosciute.

Nel corso del 20esimo secolo la rivoluzione tecnologica che ha investito anche l’agricoltura ha permesso raccolti di cereali in maniera molto più automatizzata e selezionata rispetto al passato ed oggi i cereali sono sopratutto considerati una fonte di fibre importante.

Cereali, le principali proprietà

Quelli che definiamo cereali oggi sono una fonte di fibre insolubili, quelle che hanno una funzione di regolazione intestinale: i cereali infatti hanno la prerogativa di assorbire molta acqua, favorendo il tratto digestivo e quindi facilitando l’intera operazione di “espulsione” dal corpo. Le funzioni benefiche sono anche relative alla lotta al colesterolo ed al controllo della glicemia, visto che aiutano a tenere bassi i livelli di zucchero nel sangue, risultando anche utile per chi soffre di disturbi al colon.

L’elevato potere saziante inoltre rende i cereali particolarmente indicati per pressochè ogni tipo di dieta ipocalorica.

Mangiare cereali tutti i giorni fa bene?

Il troppo storpia anche per i cereali: mangiarne tutti i giorni non crea particolari problemi se i cereali sono inseriti in una dieta varia ed equilibrata, stando quindi attenti a bilanciare un apporto giornaliero con il resto del cibo da consumare.

Troppi cereali possono ostacolare il processo digestivo, rendendo le feci troppo poco compatte e favorendo l’insorgenza di diarrea. Questo può portare a dolori e fastidi dell’intestino ed una certa difficoltà da parte dell’organismo nell’assorbimento di nutrienti come ferro, calcio e anche una incorretta funzionalità di eventuali farmaci assunti. Troppi cereali può portare anche ad una presenza eccessiva di gas ed eventuale flatulenza.

cereali