Il Savoia ritorna al successo dopo la sconfitta contro la Puteolana battendo un avversario che punta ai primissimi posti della classifica come la Frattese.

Savoia-Frattese: le formazioni

Mister Carannante cambia il vestito tattico, 4-3-1-2 con: Landi; Pisani, Esperimento, Conti, Spavone; De Rosa, Napolitano, Liberti; Scarpa; Esposito e Trimarco. La Frattese risponde con: D’Auria, Delle Curti, Calone, Riccio, Astarita, Cavaliere, Cigliano, Visconti, Prisco, Signorelli e La Pietra.

Il primo tempo

Al minuto 4 è bravo Esposito che va via sulla sinistra, De Rosa tenta la conclusione ma senza trovare la porta. Il Savoia passa subito in vantaggio con Capitan Scarpa, il numero 10 realizza il rigore che vale l’1-0.

Ammonito Esperimento per fallo sulla trequarti, giallo anche per Spavone che strattona l’avversario sulla fascia.

Al minuto 41, nuovamente, protagonista il Ninja Esposito: l’attaccante si rende protagonista di una bella azione individuale e va al tiro. Si va all’intervallo con il Savoia in vantaggio.

Il secondo tempo

Nel secondo tempo cresce il pathos al Giraud: Savoia in 10 per la doppia ammonizione ad Esperimento, reo di aver colpito la sfera di mano sulla ripartenza degli ospiti.

Rete annullata a Liberti, che di testa aveva firmato la rete del doppio vantaggio.

Landi protagonista nel finale con due super parate. Giraud in festa, il Savoia, in inferiorità numerica, vince 1-0. Game over al Giraud!

Le dichiarazioni di Carannante nel post-gara

Mister Carannante ha parlato così dopo la vittoria ai danni della Frattese: “Abbiamo fatto una grandissima partita dal punto di vista caratteriale, dopo Pozzuoli eravamo arrabbiati. Ho detto ai ragazzi di dimostrare il loro valore. La vittoria è figlia di una squadra vera.

Abbiamo giocato bene nel primo tempo, scendendo in campo con aggressività. La Frattese aveva autostima ed era in palla. Sono contento perché la squadra ha risposto come volevo, giocando con carattere e voglia.

Oggi siamo stati molto bravi, con un pizzico di sfortuna in alcuni episodi. Non dimentichiamoci che siamo partiti con 60 giorni in ritardo rispetto alle altre.

4-3-1-2? Ho cambiato perché con questo modulo potevamo fare meglio. Scarpa tra le linee ci permette di creare superiorità numerica.

Faccio i complimenti alla squadra, ma soprattutto a chi rimane fuori. Questa è una vittoria del gruppo”.