Giugliano-Cerignola: 1-1. Botta e risposta nel finale

Giugliano-Cerignola valida per la 21a giornata del campionato di Serie C Girone C si è conclusa sul risultato di 1-1 con le uniche emozioni vissute nel finale di gara.


Da non perdere:

Giugliano-Cerignola: partita bloccata e senza spunti per lunghi tratti

Il Giugliano ed il Cerignola sono scesi in campo con moduli a specchio, il 3-5-2 e la gara ha visto due squadre che si sono annullate a vicenda, tanto da non produrre nessuna azione da gol fino al minuto 84.

Di Napoli ha dovuto fare i conti con le assenze di Biasiol ed Oyewale squalificati, più gli infortunati De Rosa, Rizzo e il lungodegente D’Alessio, ma ha potuto portare in panchina il nuovo acquisto Sorrentino che si è poi rivelato l’uomo della provvidenza.

Il primo tempo ha visto le squadre imballate e senza idee con l’unico obiettivo di non lasciare spazio all’avversario e così i due portieri sono stati spettatori non paganti della sfida.

Ci si aspettava maggiore grinta dal Giugliano che arrivava alla gara dopo due sconfitte consecutive, mentre al Cerignola un pareggio poteva andare più che bene vista la posizione di classifica.

Gioco praticamente nulla da ambo i lati e nel secondo tempo ancor più spezzettato del primo, con continui falli a centrocampo e nessuna voglia di affondare il colpo.

Tutte le emozioni nel finale

Una partita dunque che si stava avviando verso un noiosissimo 0-0, ma i cambi hanno fatto la differenza nel finale.

E’ stato il Cerignola a trovare lo spunto vincente con D’Ausilio, subentrato dalla panchina che ha messo in seria difficoltà l’altro nuovo entrato Rondinella.

All’84’ l’esterno del Cerignola ha bruciato in velocità il dirimpettaio, si è accentrato e con un preciso diagonale ha battuto Sassi.

Di Napoli non ha potuto fare altro che lanciare nella mischia anche Nocciolini per Berman facendo saltare tutti gli schemi alla ricerca del pareggio.

Con i tigrotti tutti sbilanciati i pugliesi hanno avuto per due volte l’occasione di chiudere la gara; prima con Malcore al 90′ che ha tentato il pallonetto finito alto e poi al 92′ con D’Andrea sul quale si è dovuto superare Sassi.

Ma come è ormai consuetudine il Giugliano non molla mai fino al triplice fischio e così al 6′ minuto di recupero da una punizione calciata da Sassi c’è stata la sponda di testa di Salvemini che ha trovato ben appostato sul secondo palo il neo arrivato Sorrentino, che di piatto al volo ha riportato il risultato in parità.

Un punto che fa bene alla classifica ed al morale

Sarà questa una partita che non resterà negli annali giuglianesi, ma è arrivato un pareggio che ha spezzato la mini serie negativa e migliorato una classifica già buonissima.

Sicuramente c’è molo da lavorare per Di Napoli o forse le gambe oggi erano ancora pesanti dopo la pausa natalizia, ma per questo ci sarà tempo e modo per trovare soluzioni, in questo momento i giuglianesi si possono godere il buon punto e l’ottimo esordio di Sorrentino.

Leggi anche: