Da oramai tantissimo tempo il legame tra l’esercizio fisico, non necessariamente legato a sforzi sovrumani, e uno stato di salute ottimale risulta essere radicato, e confermato da praticamente ogni medico e nutrizionista.

Gli esseri umani sono portati a muoversi ed essere attivi sotto ogni punto di vista, sia da quello mentale ma soprattutto dal “lato” che riguarda il fisico.

La routine quotidiana infatti tende ad impigrire una densa fetta di popolazione mondiale che soprattutto nell’ottica di un contesto sempre più digitalizzato, fa sempre meno esercizio, mentre se cammini tutto può cambiare.

Se cammini un’ora al giorno sai quanto dimagrisci? La risposta che lascia senza parole

I medici e gli scienziati che si occupano di salute  sono concordi sull’efficacia che una semplice camminata può aiutarci concretamente a perdere peso. L’atto del camminare, uno dei più importanti e “naturali” una volta compreso il senso del meccanismo risulta assolutamente importante per permettere all’organismo di mantenere un ritmo dei movimenti, e comportando un movimento di gran parte della struttura corporale, fa consumare energie.

Ma quanto bisogna camminare per perdere peso? Dipende dalla quantità di tempo e dal ritmo della camminata.

Non è importante solo quanti metri si percorrono ma anche come: anche se viene da pensare che correndo lo sforzo e quindi il dimagrimento è maggiore, farlo per diversi minuti comporta una cadenza innaturale. Generalmente un corpo medio che cammina un’ora a giorno a “passo normale” (4-5 km all’ora) per circa un’ora può perdere fino a 400 calorie al giorno.

Soprattutto se cammini in pendenza è possibile perdere fino a 2 chili a settimana.

cammini