Krzysztof Piatek è ufficialmente un giocatore della Fiorentina: l’attaccante polacco ritorna in Italia dopo le esperienze passate con le casacche di Genoa e Milan, e dopo l’ultima parentesi durata due anni con l’Herta Berlino.

UFFICIALE: Krzysztof Piatek è un nuovo giocatore della Fiorentina

La società gigliata ne ha comunicato l’arrivo con la formula del prestito con diritto di riscatto del centravanti classe 1995, che indosserà, come già accaduto in passato, la maglia numero 19. Nei piani del tecnico Vincenzo Italiano Piatek garantirà profondità in attacco, ora piuttosto folto, con l’arrivo di Ikone, oltre alla presenza del titolarissimo Vlahovic.

Carriera

Ha esordito da professionista con la casacca dello Zagłębie Lubin, in patria, per poi passare a vestire quella del Cracovia, dove si fa notare per una certa vena prolifica: in due anni segna 32 reti in 65 presenze, di cui 21 solo in una stagione. Le marcature, unite alla giovane età, valgono l’interesse del Genoa che lo acquista nell’estate del 2018.

Non parte da titolare ma inizia a farsi notare nella sfida d’esordio di Coppa Italia contro il Lecce, dove segna 4 gol in poco più di mezz’ora, segna anche in campionato e in sei mesi mette a segno ben 19 reti in 21 presenze, considerato tutte le competizioni. A gennaio 2019 passa al Milan per 35 milioni più bonus, dove mantiene una buona media, seppur inferiore alla parentesi genovese.

Le cose vanno peggio la stagione successiva, quando sceglie di vestire la casacca numero 9 (considerata tutt’ora “maledetta” da circa un decennio, per i tifosi rossoneri) al posto della tradizionale 19. Anche a causa di una situazione difficile sulla panchina rossonera, segna poche reti e non riesce a riscattarsi neanche in Coppa Italia: ciò rappresenta il preludio di una cessione, che avviene nel gennaio del 2020 si trasferisce in Germania, sostituito nel ruolo da Zlatan Ibrahimovic.

Piatek conta anche 9 reti in 21 presenze per la nazionale della Polonia.