L’ultimo arrivato del mercato della Sampdoria è un difensore. Stiamo parlando di Bruno Amione, classe 2002, nazionalità argentina proveniente dal Verona. Il giocatore già ha giocato con gli scaligeri nella prima giornata contro il Napoli, gara persa per 5-2. Da quel momento Amione non ha visto più il campo e i blucerchiati si sono fatti sotto per prenderlo.

Bruno Amione: i dettagli dell’operazione

Quella della Sampdoria è stata un’operazione last minute in un mercato molto difficile per via delle vicende societaria. Comunque i blucerchiati si sono assicurati il giocatore in prestito dal Verona.

Il difensore argentino, seppur sia stato abbastanza girovago, è ancora giovane e può esplodere da un momento all’altro. Inoltre trova come allenatore uno che i giovani li sa valorizzare, ovvero Giampaolo.

Bruno Amione: il suo percorso da calciatore

Amione è stato prelevato dal Verona nel 2020 dalla squadra di Serie B argentina del Belgrano. Con Juric disputa solo una partita. Poi viene girato in prestito alla Reggina dove disputa 16 partite, un numero decisamente esiguo per un giovane che deve dimostrare ancora qualcosa.

Successivamente ritorna alla base ed entra nel secondo tempo nella gara contro il Napoli dove però la sconfitta diventa pesante con la difesa veneta messa sotto torchio. Ora c’è la chiamata della Sampdoria dove vuole dare una svolta alla sua carriera e contribuire alla salvezza della formazione genovese.

Bruno Amione: ecco i ruoli che può ricoprire

Con il suo metro e novanta, Amione fa dello strapotere fisico il suo punto di sforza. Pertanto è scontato dire che il suo ruolo è quello di difensore centrale. Il giocatore però è anche abbastanza duttile giocando come terzino su entrambe le fasce, ideale per una squadra come la Sampdoria che deve salvarsi e giocare un difensore in più quando si tratta di non prendere gol.

Inoltre il suo essere argentino può dargli quella giusta grinta per affrontare le partite.

Indice dei contenuti