Il Giugliano nella 7a giornata di campionato supera la Virtus Francavilla 2-0 e vola in classifica scavalcando proprio la compagine pugliese.

Giugliano: gara chiusa nel primo tempo

Mister Di Napoli ha effettuato qualche cambio nella formazione iniziale rispetto a Messina, infatti oltre all’inserimento dell’ottimo Ghisolfi per De Rosa infortunato ha scelto Rondinella come quinto di destra al posto di Iglio, Felippe per Ceparano in regia e Nocciolini al posto di Piovaccari al centro dell’attacco.

Tutti i cambi hanno solo confermato la bontà della rosa giuglianese, perchè ognuno di quelli inseriti ha disputato una gara ad altissimi livelli.

I primi 25 minuti di gara sono stati di studio con il Giugliano che ha cercato dove poter colpire l’avversario per poi sfondare pian piano sull’asse sinistro con il duo Oyewale e Ghisolfi.

Proprio dal giovane prodotto della Cremonese è nato il vantaggio. Grande azione con doppio dribbling a rientrare, tiro a giro e palla che si è stampata sul palo con Avella battuto, ma sulla ribattuta tra una serie di rimpalli è stato lestissimo Gladestony a spingere la sfera in rete per l’1-0 al 29′.

Due minuti prima i tigrotti avevano già sfiorato il vantaggio con Nocciolini, che servito ottimamente da Oyewale ha calciato male favorendo il portiere.

La squadra di Di Napoli ha insistito creando altre occasioni sempre con Ghisolfi ed Oyewale sicuramente tra i migliori in campo nel primo tempo e poco prima del duplice fischio ha trovato il raddoppio con il “barba-bomber” Nocciolini bravissimo a girare di testa un cross di Salvemini.

Tutti negli spogliatoi con la Virtus Francavilla in completa balia dei tigrotti.

Secondo tempo con due legni colpiti

Il tecnico dei pugliesi Calabro ha cercato di dare una scossa alla propria squadra con alcune sostituzioni e cambio di modulo e almeno nella seconda frazione di gioco qualcosina la Virtus ha creato anche se il Giugliano è stato sempre padrone del gioco.

Al 51′ il nuovo entrato Ekuban ha avuto l’occasione per riaprire la gara ma per fortuna dei tigrotti ha ciccato la sfera.

Al 64′ Salvemini ha avuto sui piedi la palla per chiudere definitivamente il match, ma il suo perfetto diagonale si è stampato sul palo interno. Al 69′ è stata la volta della Virtus Francavilla di colpire un legno con Patierno di testa che ha visto la conclusione sbattere sulla traversa.

Ancora qualche occasione da ambo le parti e dopo 5 minuti di recupero è arrivato il successo del Giugliano, che resta imbattuto in casa.

Conclusioni

Il Giugliano dopo la gara di Coppa Italia ha dimostrato anche oggi di essere più che una semplice neopromossa, perchè la squadra ha dei meccanismi già ben oleati che solo a Messina non si sono visti nel secondo tempo (ci spiace per mister Di Napoli, ma noi le partite le seguiamo e anche molto attentamente e se si vuol dire che a Messina il Giugliano ha dominato si è liberi di farlo perchè è il gioco dei ruoli, ma ci vuole semplicemente un pochino di rispetto per chi lavora e segue il Giugliano da molto prima che lui arrivasse in panchina).

Ghisolfi (come da noi sempre sottolineato) ha dimostrato di avere grandi colpi e di poter essere un punto fermo di questa squadra quando metterà più benzina nelle gambe visto che nel secondo tempo è un pò sparito.

Oyewale cresce di partita in partita ed è travolgente sulla sinistra; Nocciolini così come Piovaccari è micidiale quando gli arriva una sola palla buona, mentre quello che sembra ancora in ritardo è Felippe, ma ci sarà tempo anche per lui di trovare la giusta forma fisica.

Il trio di difesa anche oggi è stato un muro insormontabile e per tutti gli attaccanti saranno problemi quando si ritroveranno di fronte Biasiol, Zullo e Ciro Poziello.

In pratica tutto oggi come con la Turris ed il Latina ha funzionato alla perfezione e restando sempre umili questi ragazzi potranno fare tanta strada regalando soddisfazioni ai propri tifosi che anche oggi hanno macinato Km per stare accanto ai propri beniamini.

Indice dei contenuti