Vince ancora il Napoli targato Spalletti in questo inizio di stagione difficile da pronosticare anche per il più ottimista dei tifosi partenopei e lo fa pur soffrendo a tratti una Cremonese sicurameente vogliosa e ben messa in campo dal tecnico Avini, che dimostra una certa volontà di far bene.

Cremonese Napoli 1-4: Poker azzurro, vetta solitaria conquistata

Il tecnico azzurro ha scelto di portare un moderato turnover, riconfermando gran parte dei calciatori che avevano rifilato 6 gol all’Ajax pochi giorni fa: Mario Rui ritorna sulla sinistra, Ndombele sostituisce Zielinski, per il resto formazione titolare, probabilmente anche per dare segnale di continuità e tenere alta l’attenzione.

Attenzione che non è mancata agli azzurri fin dal principio anche la compagine grigiorossa ha dimostrato di poter tener testa agli azzurri dal punto di vista dell’intensità, anche se è Rrahmani a sfiorare il gol nei prim minuti con una progressione importante che impatta sui legni della porta.

Al 24′ Kvaratskhelia, seguito a uomo da più di un marcatore viene toccato in area, e per l’arbitro è rigore, confermato anche dopo il controllo Var, penality che Politano trasforma spiazzando Radu. Gli azzurri palesano qualche difficoltà legata alla lucidità dei propri centrocampisti (Anguissa su tutti) e nella ripresa, dopo aver sfiorato il secondo gol con Raspadori, subisce un gol su rimpallo da parte di Dessers.

La reazione degli azzurri tarda un po’ ad arrivare, la Cremonese intuisce la difficoltà del Napoli e si riversa a più riprese nell’area azzurra, che però riesce a mantenere la concentrazione anche se nell’ultimo quarto di gara perde Rrahmani per infortunio.

La gara viene sostanzialmente risolta dai subentranti: Mario Rui dopo una punzione pennella una palla forte e tesa per Simeone, subentrato a Raspadori che con grande freddezza di testa infila l’1-2, non troppi minuti dopo è Kvaratskhelia a fornire un assist comodo a Lozano (che ha nel frattempo sostituito Politano), e negli ultimi minuti c’è anche gloria per Oliveira, che ha sostituito proprio Rui.

Vittoria importantssima per il Napoli che vince la 7° gara in Campionato e si porta in vetta a 23 punti.

Napoli