Le noci rappresentano sotto molti punti di vista la frutta secca, nonchè una delle tipologie di cibi maggiormente versatili ed utilizzate dagli esseri umani fin dalla preistoria: le noci sono i frutti comunemeente associati all’albero da noci omonimo, definito Juglans Regia o Juglans Nigra, diffuso in quasi tutta Europa, Medioriente e gran parte dell’Asia (la Juglans Regia ha origini mediorientali, mentre la Juglans Nigra trova le proprie origini nell’America settentrionale).

Le noci sono largamente utilizzate in cucina ma anche per la realizzazione di creme, formaggi, come condimento di numerose pietanze ma anche per ricavarne varie tipologie di oli essenziali.

Proprietà nutritive

Studi recenti hanno evidenziato grandi capacità nutritive di questa tipologia di frutta secca, che si presta molto bene ad essere utilizzata come snack naturale non solo per il discreto potere saziante ma perchè fondamentalmente “fa bene” all’organismo. Fonte importante di numerosi sali minerali come come magnesio, potassio e calcio nonchè di vitamina E, melatonina, omega 3, la noce ha un elevato potere antiossidante, danno un concreto contributo per lotta al colesterolo cattivo ed aiutano la gestione del sistema immunitario.

Conviene sempre introdurre delle noci nella nostra dieta, indifferentemente da quale essa sia.

Quante noci si possono mangiare al giorno e quando per restare in salute

E’ il tipico snack degli sportivi, grazie anche ad un elevato apporto di proteine e carboidrati. Bisogna comunque assumerle in maniera giudiziosa sopratutto per l’apporto calorico che risulta non indifferente: una noce in media contiene 30-35 calorie e anche se non sembra molto, la tendenza a mangiarne più di una può facilmente far “perdere il controllo”.

Numerosi studi consiglia di consumare almeno 30 grammi di frutta secca al giorno, quindi la dose consigliata giornaliera di risulta essere di 5-7.

Non vi è un vero momento perfetto per mangiarle, anche possono risultare meno “pesanti” se mangiate a fine pasto oppure come dessert.

noci