Probabilmente dal punto di vista “italiano” il 2022 sarà ricordato per essere stato tra le altre cose l’anno dei Bonus, anche dopo il lungo periodo pandemico, che ha portato l’allora governo Conte II a sviluppare una lunga lista di agevolazioni più o meno specifiche, per aiutare la popolazione italiana.

Il Bonus 200 euro, dopo quello relativo alle bollette, sta facendo molto discutere un po’ tutti i cittadini italiani, ma chi può averlo e quando viene pagato?

Bonus 200 euro: chi può averlo, come averlo, quando viene pagato

Esattamente come altre forme di agevolazione, anche il Bonus 200 euro è contenuto all’interno del Decreto Aiuti, misura ufficializzata dal governo Draghi all’inizio del mese di maggio per contrastare in senso generale i rincari e le problematiche varie venutasi a creare con il passare dei mesi.

Si tratta di una misura economica, che viene concepito per le seguenti categorie di persone:

  • lavoratori e autonomi
  • pensionati
  • disoccupati
  • percettori del reddito di cittadinanza
  • lavoratori stagionali
  • lavoratori domestici

Per poterne usufruire è necessario percepire un reddito annuo pari o inferiore ai 35 mila euro, concepito per i lavoratori dipendenti e pensionati in maniera automatica, in busta paga corrispondente al mese di luglio 2022.

Per gli autonomi sarà esposto attraverso un decreto ministeriale che definirà le modalità di erogazione, che dovrebbe avvenire sempre entro luglio.

Per i lavoratori domestici entro le prossime settimane dovrebbe essere sviluppata la possibilità di farne richiesta attraverso il sito dell’INPS, attraverso un metodo di accesso come  Spid, Carta nazionale dei servizi (Cns) o Cie (Carta di identità elettronica).

Per quanto riguarda i disoccupati il bonus 200 euro sarà luglio a chi a giugno avrà percepito l’indennità di disoccupazione.

Questa forma di bonus non ha “peso” ai fini fiscali, non è cedibile, né sequestrabile, né pignorabile in alcun modo.

200 euro