Il canone Rai a 300 euro, sarà vero? A quanto pare la notizia anche se non ancora ufficiale appare essere sempre più probabile. Dal prossimo anno non sarà più addebitato sulle bollette della luce, ma allora come verrà riscosso e chi subirà la stangata? Ecco la risposta.

Canone Rai a 300 euro: cosa potrebbe cambiare

Gli esperti del settore sono sicuri che il canone Rai non sarà più inserito nelle bollette della luce come voluto all’epoca da Renzi, ma che il canone Rai a 300 euro può davvero arrivare.

Come verrà quindi riscosso? Una delle ipotesi più accreditate in merito a una possibile futura riscossione del canone Rai dal 2023 è quella che lo vede come una voce del 730.

Questa probabile decisione ha già fatto infuriare l’Associazione Utenti e Consumatori, perchè la stangata sarebbe davvero enorme.

In questo momento la Rai già incassa più di 1,72 miliardi di euro dal canone e un nuovo aumento anche molto gravoso intaccherebbe ancor di più le spese di qualsiasi famiglia.

Chi non pagherà il canone Rai a 300 euro

C’è comunque un metodo per evitare di pagare il canone Rai a 300 euro, infatti ne sono esenti gli over 75 con meno di ottomila euro di reddito, alcune strutture militari e chi non possiede una tv anche se ha il contratto per l’elettricità, ma tutti sono invitati dall’Aduc ad abbandonare l’antenna per prediligere Internet. Almeno così si evita di pagare il tanto controverso canone.