Il Giugliano ha conquistato la finale della poule scudetto di Serie D battendo a Sesto San Giovanni il San Giuliano per 2-1. Vittoria ottenuta nei minuti finali, ma meritata per i ragazzi di Ferraro.

Giugliano: subito un lampo di Ferrari

Il primo tempo della partita è stata povera di emozioni, ma al 17′ Ferrari di testa ha sbloccato il risultato insaccando sul primo palo.

Per il resto dei minuti il San Giuliano ha mantenuto di più il possesso di palla, ma non è riuscito mai creare seri problemi a Baietti sia per la bravura consolidata della difesa sia per l’ottima prestazione di Ceparano capace di recuperare tutti i palloni nei vari contrasti e arrivando sempre primo sulle seconde palle.

Ripresa più movimentata

La ripresa è stata più movimentata della prima frazione di gioco (non ci voleva molto). I padroni di casa hanno trovato il pareggio al 58′ con Fall bravo a deviare alle spalle di Baietti dopo una serie di rimpalli in area.

Mister Ferraro ha cercato subito di dare una scossa alla propria squadra mandando in campo Cerone per Abonckelet e contemporaneamente in campo per il Giugliano ci sono stati: Cerone, Raffaele Poziello, Scaringella e Ferrari.

Al 63′ Giugliano vicino al nuovo vantaggio con una doppia occasione. Prima Ferrari scattato sul filo del fuorigioco ha tirato sul portiere in uscita bassa e sul prosieguo dell’azione ancora protagonista il portiere lombardo bravo a deviare il tiro di Cerone.

Questo è però stato l’unico squillo di un Giugliano troppo sbilanciato, quindi al 79′ Ferraro ha voluto ridare equilibrio inserendo Biasiol per Raffaele Poziello dopo aver rischiato di subire il gol del San Giuliano al 75′ con un tiro terminato di poco alto.

La partita sembrava avviata ai calci di rigore, ma i campioni fanno sempre la differenza ed al minuto 88 Cerone servito dalla sinistra ha lasciato partire un diagonale chirurgico che si è infilato nell’angolino basso alla sinistra del portiere avversario.

Rete che ha regalato la finale ai tigrotti, perchè nei 6 minuti di recupero concessi dall’arbitro non è accaduto praticamente nulla.

Manca l’ultimo passo

Gioia immensi per il centinaio di tifosi giuglianesi accorsi al seguito della squadra e anche per tutti coloro che sono rimasti a casa.

Ora manca l’ultimo passo per diventare campioni d’Italia di Serie D per poi immergersi nella nuova stagione, quella che vedrà i tigrotti tra i professionisti.

FONTE FOTO: Giugliano 1928