Il “big match” della 18° giornata di Serie A 2022/23, nello specifico l’anticipo tra Napoli e Juventus ha visto gli azzurri di Spalletti imporsi in una maniera difficilmente pronosticabile anche per i più ottimisti tifosi del Napoli.

La gara al Maradona è finita 5 a 1, un grosso colpo e segnale al campionato che lo vede attualmente sempre più in testa al campionato avendo staccato proprio i bianconeri a +10, in attesa delle altre gare.

Napoli – Juventus 5-1: Maremoto Napoli, spallata al campionato

Partita dove Spalletti non cambia i titolari recenti, con Kvara-Politano esterni a far “compagnia” a Osimhen. Allegri che lancia Chiesa dal 1° dopo, in attacco Milik-Di Maria.

Il trend della partita è chiaro fin da subito: la squadra di Allegri forte delle numerose partite senza subire, per la precisione 8, azzurri con il pallino del gioco in mano e bianconeri pronti a ripartire in contropiede.

La partita è relativamente equilibrata fino al quarto d’ora: Kvara si inventa un tiro che vede la parata del portiere bianconero, che nulla può sulla ribattuta di Osimhen di testa, che certifica un inizio migliore degli azzurri.

La Juventus reagisce con un tiro di Di Maria causato da un errore di Rrahmani, tiro velenoso che scheggia la traversa, poi Milik può trovare il pareggio ma il tiro di testa è centrale, a pochi istanti dal 40′ è nuovamente il centravanti nigeriano a indurre Bremer all’errore che permette al numero 9 di riappropriarsi della sfera e di passarla a Kvara, che segna il 2 a 0.

Bianconeri che reagiscono con una percussione con annesso rimpallo che sigla il momentaneo 2 a 1, sul finale della prima frazione Rrahmani sfiora l’autogol ma Meret tiene il vantaggio fino all’intervallo.

Il Napoli ritorna in campo senza timori reverenziali e nuovamente trova il gol del doppio sorpasso grazie ad un calcio d’angolo ottenuto dopo il tiro di Osimhen.

Rrahmani trova la girata giusta che vale il 3 a 1 che col senno di poi chiude la sfida in quanto la Juventus non è fisicamente e mentalmente in grado di resistere si sfilaccia progressivamente e subisce una pressione di Mario Rui che causa un cross perfetto di Kvara che trova nuovamente Osimhen per il 4 a 1.

A 15 dalla fine c’è anche la rete finale di Elmas, subentrato a Politano.

Vittoria importantissima sotto ogni punto di vista per il Napoli per il prosieguo del campionato.

napoli