Giovanni Simeone sta vivendo una grandissima stagione al Verona. L’arrivo di Tudor ha beneficiato molto sulle sue prestazioni, arrivando a segnare fino adesso ben 12 gol, piazzandosi al terzo posto nella classifica marcatori della Serie A. Un rendimento inaspettato visto che ad inizio stagione si prospettava un altro anno nell’anonimato

Il suo rendimento non passa inosservato e il presidente scaligero Maurizio Setti sta iniziando a riflettere su un suo possibile riscatto dopo averlo prelevato dal Cagliari in prestito su richiesta di Di Francesco.

Simeone-Verona: perchè riscattarlo

Il Verona acquistando il cartellino di Simeone si assicura un giocatore di ottime qualità. Inoltre sarebbe anche indice di soddisfazione per aver valorizzato un giocatore che in altre piazze faceva fatica ad esprimersi e che in terra scaligera ha trovato la sua dimensione, soprattutto se confermerà il suo rendimento anche nel girone di ritorno.

Poi in estate, con eventuali offerte, il presidente Setti si garantirebbe una plusvalenza sostanziosa sia per far respirare la casse per far fronte alla crisi causata dalla pandemia che per investirli sul mercato alla ricerca di altri giocatori da valorizzare.

Mentre in caso di permanenza del giocatore, il Verona si può ulteriormente consolidarsi in Serie A lottando per obiettivi che non siano solo la salvezza.

Simeone-Verona: i dubbi sul riscatto

Uno dei nodi da sciogliere per il riscatto di Simeone da parte del Verona è la cifra che chiede il Cagliari. I sardi chiedono per il giocatore ben 12 milioni di euro, una cifra che per una società come il Verona è abbastanza elevata.

Anche per questo motivo, come abbiamo detto prima, il presidente Setti sarebbe intenzionato ad acquistare comunque il giocatore, ma per rivenderlo subito a cifre superiori e generare una plusvalenza.

Inoltre bisognerà vedere se Simeone si confermerà nel girone di ritorno perchè in passato è capitato che ad un certo punto della stagione non ha inciso più. Pertanto qualsiasi discorso sarà rinviato a fine stagione.

Seguici anche su Google News al seguente link: Leggera su Gnews