Il Giugliano domani incrocerà la Recanatese nella finale della poule scudetto di Serie D a Poggibonsi alle ore 17:00 e questa sarà una partita che potrà far entrare i gialloblù nella storia.

Giugliano: ad un passo dalla storia

Un’eventuale successo del Giugliano nella gara di domani segnerebbe una pagina storica per la compagine giallobù e per l’intero panorama del calcio dilettantistico, perchè diventerebbe la squadra con più scudetti di Serie D vinti appaiando in vetta il Siena.

Il Siena ha vinto lo scudetto di categoria negli anni 1955-1956 e 2014-2015, anche se nel primo caso l’assegnazione era molto diversa.

Il Giugliano ha invece vinto nella stagione 1997-1998 con una rete di Sarnelli contro la Sanremese, quindi è proprio ad un passo dalla storia.

Nonostante la diretta tv tifosi pronti ad invadere Poggibonsi

Ritornando alla gara con la Recanatese c’è da segnalare che nonostante la diretta tv nazionale su Sportitalia e il giorno infrasettimanale, saranno numerosi i tifosi del Giugliano che “invaderanno” Poggibonsi.

Molti arriveranno anche da altre regioni, soprattutto dal nord e dal centro Italia per sostenere la propria squadra del cuore, rinunciando in molti casi ad una giornata di lavoro.

Questa passione travolgente è il simbolo di quanto valga il Giugliano per i giuglianesi, che sperano di tornare a casa con lo Scudetto e con la speranza di salutare per sempre le categorie dilettantistiche, le quali non appartengono assolutamente a questo popolo con migliaia di tifosi in tutta Italia ed anche all’estero.

Ci si augura che questa volta l’accoglienza per chi giungerà allo stadio non sia intralciata da stucchevoli controlli e ritardi voluti ne tantomeno da ammende assurde comminate alla società per petardi mai esplosi (come accaduto contro il San Giuliano), perchè una volta e per tutte deve essere chiara una cosa: i giuglianesi sono persone civilissime che seguono la squadra solo per amore spesso accompagnati da mogli e figli, non possono dopo decenni ancora pagare a causa di intemperanze di una piccolissima minoranza di facinorosi, che tra l’altro esistono in tutte le tifoserie del mondo.

Giugliano ha già dato prova di maturità e civiltà in questi anni di Serie D e ancor prima in Eccellenza, dove nello spareggio promozione contro la Frattese erano presenti in quasi 8.000 tutti uniti sotto i colori della propria città e nel segno dell’aggregazione.

Indice dei contenuti