Saranno i campioni di Grecia dell’Olympiakos ad affrontare l’Atalanta, dopo il sorteggio effettuato lunedì 13 dicembre a Nyon. La doppia sfida spareggio valida per la fase a eliminazione diretta di Europa League sarà disputata il 17 e il 24 febbraio, rispettivamente prima a Bergamo e poi ad Atene.

L’Olympiakos è la compagine più titolata del paese ellenico, avendo conquistato nella sua quasi centenaria storia 46 campionati, 28 coppe e 4 supercoppe greche.

Il cammino europeo dell’Olympiakos

A differenza dell’Atalanta, la formazione ateniese deve affrontare i playoff avendo conquistato la seconda posizione del proprio girone di Europa League, vinto dal Francoforte. Il cammino europeo della fase a gironi dell’Olympiakos è stato piuttosto incostante, avendo conquistato 3 vittorie, 3 sconfitte e nessun pareggio: dopo il successo esterno in casa del Fenerbahce per 0-3, sono arrivate le due sconfitte contro il Francoforte (3 a 1 in trasferta, e 1-2 tra le “mura amiche”), ha ritrovato il successo di nuovo contro i turchi per 1 a 0, prima di subire un’inattesa sconfitta contro l’Anversa all’ultima giornata.

Il cammino in campionato

I campioni di Grecia veleggiano a grande ritmo verso un nuovo successo in patria: il campionato l’Olympiakos ha vinto ben 11 partite su 13 giornate di campionato, 2 pareggi e quindi nessuna sconfitta. Solo 9 le reti subite in campionato, a fronte di 24 segnate, una solo in meno del miglior attacco finora, costituito dall’AEK Atene.

Una formazione rodata, condita da buone individualità, alcune conosciute anche nel nostro campionato, come Papastathoupoulous e M’Vila, rispettivamente ex Genoa/Milan e Inter.

La formazione “tipo” dell’Olympiakos si fonda su un 4-3-3 o 4-2-3-1, con un largo apporto di esterni alti che tendono a “tagliare al centro”.

La formazione titolare

L’ultima partita “europea” dell’Olympiakos ha visto la formazione ateniese giocare con il seguente schieramento, disposto con un 4-2-3-1. Tra i “punti forti” spicca il portoghese Rony Lopes, numero 10 ex Siviglia, Monaco e Nizza oltre a El-Arabi, centravanti marrocchino che la scorsa stagione ha messo a segno ben 28 reti su 49 partite.

Vaclik, Lala, Papastathoupoulous, Cissé, Reabciuk, Camara, M’Vila, Masouras, Camara, Onyekuru, Arabi.