Gli oltre due anni di crisi dettata dal Covid ha sicuramente avuto un impatto decisamente importante nell’ambito sia sociale che economico.

Anche se la situazione attuale appare in miglioramento, alcune forze politiche fanno la “voce” di numerosi risparmiatori e cittadini in generale che hanno avuto difficoltà ad regolarizzare le caselle esattoriali.

Ritorna così quindi viva la Rottamazione Ter, il nome “non ufficiale” di quella che si chiama Definizione agevolata 2018.

Rottamazione ter 2022: proroga, saldo, stralcio, scadenze

La Definizione agevolata 2018, come specificato dall’articolo 3 del Decreto Legge n. 119/2018 ha introdotto la Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione (cosiddetta “Rottamazione ter”), per tutti coloro che hanno uno o più debiti con Agenzia delle entrate-Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.

Le già citate forze politiche fanno leva proprio su questa forma di Rottamazione auspicando una proroga oppure una nuova versione (la cosiddetta Rottamazione quater).

Il recente decreto Sostegni-ter permette a coloro che non hanno ancora regolarizzato la propria posizione fiscale negli anni  2020 e/o 2021 della rottamazione-ter e del saldo e stralcio.

Ciò che è ufficiale è quindi una nuova soglia di agevolazioni e nuove scadenze, concepite per non perdere le agevolazioni.

Le scadenze sono le medesime:

  • entro il 30 aprile 2022 per le rate di Rottamazione-ter e Saldo e stralcio originariamente in scadenza nel 2020.
  •  entro il 31 luglio 2022 per le rate di Rottamazione-ter e Saldo e stralcio’originariamente in scadenza nel 2021.
  • entro il 30 novembre 2022 per le rate di Rottamazione-ter previste nel 2022.

Per tutti i pagamenti è possibile considerare i già noti 5 giorni di tolleranza, quindi le scadenze effettive massime sono le seguenti:

  • 9 maggio 2022 per le rate in scadenza nel 2020 della “Rottamazione-ter”, del “Saldo e stralcio” e della “Rottamazione delle risorse proprie UE”;
  • 8 agosto 2022 per le rate in scadenza nel 2021 della “Rottamazione-ter”, del “Saldo e stralcio” e della “Rottamazione delle risorse proprie UE”;
  • 5 dicembre 2022 per le tutte le rate in scadenza nel 2022 della “Rottamazione-ter” e della “Rottamazione delle risorse proprie UE”

 

Rottamazione