Il Giugliano ha passeggiato contro il Formia travolgendolo 5-0 e grazie anche alla contemporanea sconfitta del Nuova Florida è formalmente in Serie C.

Giugliano: a Formia come giocare in casa

Formia si è tinta di gialloblù, per il Giugliano è stato come giocare in casa la sfida contro la compagine laziale. Massima concentrazione e più forte anche dell’emergenza, la squadra di mister Ferraro ha dominato la gara fin dai primissimi minuti.

Con Cerone e Rizzo squalificati, Ferraro ha cambiato modulo schierando Raffaele Poziello a supporto dell’unica punta Ferrari.

Un uno-due micidiale e i tigrotti hanno subito messo in cassaforte la gara. Al 17′ è arrivato il vantaggio con Ferrari e solo due minuti dopo è arrivata la realizzazione di un figlio di questa terra, infatti a segnare è stato Raffaele Poziello, il quale ha lasciato esplodere tutta la sua gioia sotto il settore dei tifosi giuglianesi.

Il Giugliano non ha smesso di spingere sull’acceleratore ed ha trovato il terzo gol di nuovo con Ferrari al 37′, chiudendo il primo tempo con il poker siglato da un altro grande protagonista di questa incredibile cavalcata, Roberto De Rosa, che al 43′ ha gonfiato ancora la rete.

Una ripresa al piccolo trotto

Sotto un sole cocente naturalmente il secondo tempo è stato giocato al piccolo trotto dalla capolista, che ha dovuto solo giostrare il risultato e godersi la festa che si stava sviluppando sugli spalti.

Nonostante le emozioni siano arrivate più dai cellulari che riportavano la sconfitta della Nuova Florida ad Artena (3-1 il finale), il Giugliano ha trovato il modo di calare il pokerissimo con il giovane Zanon al 75′.

Fino al termine grande entusiasmo e dedica speciale per il patron Alfonso Mazzamauro, che oggi festeggia il suo compleanno, mentre al 99% il Giugliano festeggerà la matematica promozione mercoledì nella gara contro il Monterotondo.