Il tema “scuola” è da sempre di fondamentale importanza sia dal punto di vista effettivo, che pratico: il Covid ha evidenziato ancora di più le varie situazioni problematiche del sistema didattico italiano, già in palese difficoltà da prima dei contagi.

Anche il governo Draghi, effettivo da poco più di un anno ha deciso di “mettere una pezza” alle varie diseguaglianze palesate.

Un esempio sono le Graduatorie GPS (Graduatorie provinciali per supplenze) che risultano presentabili a partire da pochi giorni, ossia l’iscrizione agli elench di insegnanti costituiti su base provinciale, divisi per posto comune e di sostegno, e utilizzati per l’attribuzione delle supplenze al 30 Giugno e al 31 Agosto.

Graduatorie GPS: come compliare la domanda

Tra i requisiti spiccano, essere cittadini italiani ovvero cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di Paesi terzi, avere un’età non inferiore a 18 anni e non superiore a 67 anni alla data del 1° settembre 2022.

Le GPS sono organizzate in due distinte “fasce”, la prima è relativa all’abilitazione per le Graduatorie dell’Infanzia, Primaria, Secondaria di I e II grado e personale educativo, oltre  alla specializzazione per le Graduatorie di sostegno.

La seconda è destinata agli aspiranti non abilitati e non specializzati che non rientrano nella categoria precedente.

Le domande sono presentate attraverso il portale Istanze Online, dalle ore 9.00 del 12 maggio alle ore 23.59 del 31 maggio 2022.

Atrraverso il suddetto portale è possibile fare la domanda allegando i propri documenti relativi alla domanda: dopo aver fatto la preventiva iscrizione al servizio Istanze online, bisogna scaricare e stampare il modulo di adesione premendo il pulsante “Scarica modulo di adesione”.

graduatorie gps