L’anguria, chiamata anche cocomero o “melone rosso” volgarmente parlando (in inglese si chiama molto più genericamente watermelon) è indiscutibilmente il frutto dell’estate, principalmente per i fattori legati alla maturazione del frutto che avviene proprio durante i mesi estivi e per il contenuto di acqua presente nel frutto stesso, che supera il 90 % del peso totale.

Per questo motivo, soprattutto dopo averla sottoposta a refrigerazione, l’anguria risulta essere oltre che molto gradevole al palato anche molto dissetante.

Ma scegliere un’anguria, che sia in vendita al supermercato oppure dal fruttivendolo può non essere facile.

È abbastanza semplice incappare in frutti che apparentemente sono maturi al punto giusto ma che in realtà possono essere ancora acerbi oppure fin troppo maturi.

Come scegliere l’anguria perfetta: 5 trucchi che pochi sanno

Anche se alcuni venditori di frutta sono soliti adottare la prova del triangolo, ossia rimuovono con un coltello una piccola porzione di frutto per permettere di assaggiarlo, esistono vari trucchi che possono ridurre di molto il rischio di acquistare l’anguria sbagliata.

In primis le dimensioni: siamo portati ad acquistare il frutto più grande possibile ma quelli nella maturazione “giusta” presentano dimensioni medie, ne troppo grandi, ne troppo piccole.

Un buon cocomero deve essere colmo di acqua, come detto, essendone costituito per la quasi totalità: meglio scegliere uno che a parità di dimensioni è più pesante.

Importante fare casa al picciolo, ossia il pezzo di ramo che sostiene la pianta: un’anguria matura al punto giusto deve presentare un picciolo secco e avvizzito, se è ancora verde e “il salute” probabilmente il frutto non ha raggiunto la maturazione giusta.

Anche la buccia è un indizio importante: quella “giusta” non ha la “scorza” lucida, ma al contrario deve essere verde scuro e meno lucida possibile, opaca quindi.

Infine, la famosa prova del suono, che può essere effettuata “Picchiettando” le nocche sul frutto.

Una anguria “giusta” ha un suono vuoto, pieno e sordo.

anguria