Il Giugliano è sceso in campo questa sera alle ore 21:00 contro il Picerno nel posticipo della 3a giornata di campionato del Girone C di Serie C. Partita molto gradevole chiusa sul 2-2, un pareggio per quanto visto giusto.

Giugliano: quattro cambi rispetto a Cerignola

Il Giugliano con Di Napoli finalmente in panchina dopo la squalifica, si è schierato con il consueto 3-5-2 ma con quattro novità rispetto alla gara di Cerignola.

Sugli esterni sono stati schierati Iglio e Oyewale, Ceparano in cabina di regia e Nocciolini al posto di Piovaccari che era dato nella formazione titolare, probabilmente un problema fisico per l’attaccante a pochi minuti dal fischio d’inizio.

Il Picerno ha invece fatto ruotare molti più uomini rispetto alla gara vinta con il Foggia domenica scorsa.

Primo tempo chiuso in vantaggio dai tigrotti

Il Giugliano nel primo tempo non ha rischiato assolutamente nulla ben schierandosi dietro la linea della palla per poi ripartire.

Al 13′ è arrivato il vantaggio dei gialloblù con un grande gol di Salvemini. L’attaccante è partito dal cerchio di centrocampo bruciando gli avversari sullo scatto per poi lasciare partire un tiro forte e preciso che si è insaccato alla destra del portiere.

Unico lampo degli ospiti al 16′ con Gerardi, ma bravissimo Sassi a chiudere lo specchio e ribattere la conclusione ravvicinata dell’attaccante.

Per il resto il Giugliano è sembrato più in palla ed ottimi sono stati gli esordi tra i professionisti di Ceparano ed Oyewale, soprattutto quest’ultimo bravo a chiudere in alcune occasioni con splendide e tempestive diagonali.

Ripresa spettacolare

Il secondo tempo è stato sicuramente spettacolare anche per merito del Picerno che ha mandato in campo i titolarissimi.

Partita sempre sul filo dell’equilibrio, ma con i gialloblù che non hanno corso pericoli. Tutto è cambiato al 56′ quando il Picerno da calcio d’angolo ha trovato quasi per caso il pareggio con una spizzata di testa di De Cristofaro.

Gli ospiti hanno lanciato nella mischia anche Reginaldo, mentre Di Napoli ha schierato Rizzo per Zullo (già erano entrati Rondinella, Kyeremateng e Ghisolfi) passando al 4-2-3-1.

Proprio poco dopo il cambio modulo è arrivato il vantaggio del Picerno. Serie di rimpalli e sfera che è terminata sui piedi di Reginaldo, che solo davanti a Sassi dall’alto della sua esperienza ha infilato il portiere senza problemi al 79′.

Il Giugliano però non ha ammainato la bandiera, anzi, e al minuto 81 si è procurato un rigore per fallo di mano di Guerra su colpo di testa di Rondinella. Sul dischetto si è presentato Salvemini che con freddezza ha siglato il definitivo 2-2 e la personale doppietta.

Pareggio giusto

Il pareggio è stato il risultato più giusto, perchè le due squadre si sono date battaglia ma nessuna meritava di perdere. Un punto comunque prezioso per il Giugliano che si porta a 4 punti in classifica e domenica torna in campo nella trasferta di Latina.