La Coppa d’Africa 2022 potrebbe essere cancellata. Il torneo internazionale che avrebbe privato moltissimi club europei, e quindi anche molti italiani, di tanti giocatori nel mese di gennaio e ad inizio febbraio, potrebbe essere annullato. La decisione si sta prendendo in queste ore e avrebbe del clamoroso, ma le voci si stanno rincorrendo sempre più frenetiche e l’ufficialità dovrebbe arrivare nel giro di poche ore. Ecco cosa sta succedendo.

Coppa d’Africa cancellata: le cause

La notizia di una possibile cancellazione della Coppa d’Africa è stata data stamattina da RMC Sport. L’emittente francese ha un canale diretto con le notizie provenienti dal continente africano, e sembra che la CAF (l’equivalente della UEFA in Europa, ndr) possa cedere alle pressioni dei club europei, preminentemente inglesi, e spostare o annullare la prossima edizione della Coppa d’Africa.

Gli attuali protocolli di sicurezza presi dalle nazioni europee per il contenimento della pandemia da Covid-19 prevedono infatti una ulteriore quarantena per chi rientra da alcune nazioni del continente africano, cosa che prolungherebbe l’assenza di molti dei tesserati impegnati in Coppa d’Africa per circa due mesi. Ma non solo.

La preponderanza della variante Omicron, diffusasi per prima in Sudafrica e poi nel continente africano, prima di arrivare anche in Europa, starebbe portando ad ulteriori riflessioni organizzativo-logistiche da parte del comitato organizzatore. Al momento non v’è certezza della cancellazione o del rinvio della Coppa, ma sembra che le cose si stiano muovendo verso questa decisione e, in ogni caso, la riflessione è stata avviata dai vertici della CAF.

Coppa d’Africa cancellata: i giocatori interessati

Inutile ricordare che i giocatori interessati in Serie A sarebbero davvero molti. Il Napoli ha ben tre calciatori che fanno parte dell’ossatura centrale della squadra, come Koulibaly, Osimhen e Anguissa, che a quel punto potrebbero disputare tranquillamente le gare del mese di gennaio, per le quali si prevedeva fossero indisponibili, senza contare Ounas che di recente sta giocando molti minuti.

Il Milan avrebbe a completa disposizione Bennacer e Kessie, senza dover ricorrere ai soli Tonali e Krunic, per altro adattato nella posizione. Il Torino dovrebbe privarsi di Singo, Ola Aina e Djidji annullando così di fatto completamente le rotazioni sugli esterni. Il Sassuolo attende notizie per Boga e Traorè mentre Bologna e Cagliari potrebbero dover rinunciare ad un attaccante titolare, rispettivamente Barrow e Keita Balde.

Ci sono ancora i vari Amrabat, Duncan, Maleh (Fiorentina) Gondo (Salernitana) Colley, Gyasi (Spezia) e Success (Udinese). È ovvio che un eventuale annullamento della Coppa d’Africa farebbe felice molti club.

Coppa d’Africa, gli ultimi aggiornamenti

A distanza di poche ore dal “rumor”, arriva la smentita “ufficiosa” di uno degli organi organizzativi della Coppa D’Africa che quindi salvo ripensamenti ufficiali dovrebbe svolgersi come di consueto, a gennaio.

“A meno di quattro settimane dall’inizio del più grande evento africano – si legge -, la TotalEnergies Africa Cup of Nations in Camerun 2021, il segretario generale della CAF Veron Mosengo-Omba ha preso atto dei progressi compiuti, ma ha anche esortato tutti a lavorare 24 ore su 24 per garantire che tutto sia in atto per la partita di apertura del 9 gennaio 2022. Mosengo-Omba è attualmente in Camerun per unirsi al team CAF che sta già lavorando con il Comitato Organizzatore Locale e il governo del Camerun per la consegna dell’evento. C’è un lavoro che viene svolto giorno e notte dalla nazione ospitante, il Camerun, per garantire che tutte le strutture per le squadre siano pronte. Sappiamo dell’enorme sforzo che tutti stanno mettendo in attacco: vediamo questi progressi, riconosciamo questi progressi”.