Il volto di Maria Montessori è indubiamente uno di quelli più “replicati” nel corso della storia della banconota in Italia: la storica scenziata ed educatrice italiana, sviluppatrice del metodo didattico che prende il suo nome è stata infatti ritratta sull’ultima serie delle banconote da 1000 lire, stampate per meno di un decennio (dal 1990 al 1998) è diffuse fino al 2002, anno della dismissione della lira.

Oltre 2 miliardi di “pezzi” hanno reso questa banconota in un certo senso simbolica dell’intera valuta italiana.

La 1000 lire Montessori non può mancare nella collezione di qualsiasi appassionato, ma quanto può valere?

Hai le 1000 Lire Montessori? Non crederai al suo valore

Ovviamente si tratta di un esemplare ancora discretamente diffuso tra gli appassionati, e la maggior parte delle banconote non vale oltre i 10-15 euro pur se in eccellenti condizioni.

Esistono comunque serie particolarmente rare e preziose che possono far guadagnare cifre decisamente interessanti.

Gli esemplari più interessanti fanno parte delle serie sostitutive, ossia quelle  concepite dallo stato italiano per prendere il posto delle serie tradizionali.

Sono riconoscibili per la prima lettera del seriale, che per le sostitutive è sempre una X.

Qualche esempio sono le serie XA A, XB A, XC A, XD A, che hanno un valore massimo di 200-210 euro se in condizioni fior di stampa mentre è pari a “solo” 100-110 euro se le condizioni sono  ottime.

Tutte le altre banconote sostitutive possono comunque far guadagnare fino a 35-40 euro se in perfette condizioni.

Degna di nota la primissima serie, che inizia per AA e termina con A, che può valere fino a 80 euro se in Fior di Stampa.

1000 lire montessori