Il Giugliano all’esame Pescara

Domani si disputa il turno infrasettimanale valido per la 9a giornata del Girone C di Serie C ed il Giugliano sarà opposto al Pescara al Partenio-Lombardi alle ore 14:30.

Indice dei contenuti

Giugliano: esame da grande

Il Giugliano dopo il buonissimo pareggio in trasferta contro il Monterosi per 2-2 dove per ben due volte è stato capace di rimettere a posto il risultato, domani si troverà di fronte la prima vera big del campionato e cioè il Pescara secondo in classifica.

Per i tigrotti sarà un esame importantissimo per capire se si può sognare qualcosa in più della semplice salvezza, obiettivo comunque ottimo per una neopromossa.

Fino ad ora il Giugliano ha dimostrato di sapersi esaltare contro le squadre blasonate e non è detto che anche domani sfodererà una grandissima prestazione mettendo in seria difficoltà gli abruzzesi, mantenendo così l’imbattibilità “interna”.

Pescara: ruolino di marcia impressionante

Il Pescara fin dall’estate è data come favorita per la vittoria finale insieme a Catanzaro e Crotone. Nell’ultimo turno approfittando dello scivolone del Crotone a Foggia è balzato al secondo posto liquidando senza problemi il fanalino di coda Fidelis Andria.

Il cammino dei “Delfini” è comunque impressionante: 6 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta e nelle ultime 5 giornate ha conquistato 4 successi ed un pareggio.

La rosa allenata da mister Alberto Colombo è di qualità eccelsa, basti pensare che ci sono calciatori come Mora ex Spal e Palmiero ex Napoli ed il portiere scuola Milan Plizzarri.

Da tenere d’occhio l’attaccante Lescano autore di 5 reti fin qui favorito dal 4-3-2-1 schierato di solito dal tecnico. Non sarà sicuramente della gara il difensore Pellacani infortunato.

Una mazzata per i tifosi

E’ il primo vero big match per il Giugliano in Serie C e per i tifosi è stata una vera mazzata apprendere che si giocherà alle 14:30 di un giorno lavorativo.

Una partita che avrebbe meritato il pubblico delle grandi occasioni si giocherà invece per forza di cose in uno stadio quasi deserto e questo è stato un grosso errore, perchè il calcio è dei tifosi ma sembra che a nessuno importi.

I tifosi del Giugliano già sono costretti a giocare lontano dalla propria città e si vedono anche costretti a saltare una delle gare più attese a causa di un orario improponibile visti gli impegni lavorativi.

Non si quando si tornerà al De Cristofaro, ma almeno fino ad allora chi di competenza abbia la buona fede di andare incontro alle esigenze della tifoseria, perchè il calcio senza tifosi non potrà mai essere vero calcio!