Il Bonus Vacanze non rappresenta una novità assoluta: infatti molti italiani ne hanno usufruito durante il governo Conte II, sotto forma di voucher così da favorire il turismo. Questa “mossa” prevedeva un importo variabile del buono sconto, che poteva essere utilizzato direttamente al momento dell’acquisto di una prenotazione turistica, dal valore compreso tra i 150 ed i 500 euro, a seconda della “grandezza” del nucleo familiare. Il Bonus Vacanze è stato modificato è reso maggiormente “selettivo”. Come è possibile utilizzarlo?

Bonus vacanze 2022: come cambia, a chi spetta, come richiederlo

Il Bonus Vacanze è cambiato rispetto alla formula del 2020-2021, e fa parte di diversi bandi di concorso, come “Estate Inpsieme Italia 2022”, Estate INPSieme estero e vacanze tematiche in Italia 2022” e “Soggiorni Estivi 2022 presso le Case del Maestro“. Tutte queste forme di contrubuti tuttavia hanno avuto un tempo massimo di richiesta che è terminato lo scorso aprile 2022.

Tuttavia esiste un’agevolazione molto specifica per i giovani under 36 attraverso la Carta Giovani Nazionale una sorta di carta prepagata specificamente adibita che può essere utilizzata per sfruttare sconti particolari presso numerosi portali di viaggi. Questi sconti sono applicati in forma automatica semplicemente utilizzando la carta sull’app Io della pubblica amministrazione  AppIO. Le agevolazioni che possono in casi particolari superare anche il 50 %.

Non esistono limiti in fatto di utilizzi e queste agevolazioni non sono limitate ai viaggi legati al territorio nazionale.

bonus vacanze