Spesso i vari bonus e agevolazioni inerente al mestiere genitoriale trovano applicazione soprattutto nel contesto femminile, in quanto le donne, a causa di una “naturale predisposizione”, sono di base portate al ruolo genitoriale.

Ma il contesto sociale cambia e da tempo oramai anche in Italia le diverse forme di congedo parentale influenza anche il mondo degli uomini, più precisamente quello dei padri.

Il congedo di paternità si avvicina seppur lentamente, ad una vera e propria agevolazione anche se siamo ancora lontani dagli altri standard europei.

Congedo di paternità 2022: quanti giorni spettano, come richiederlo

Il Congedo paternità in relazione al 2022 rappresenta comunque un passo in avanti rispetto al passato, e si configura in una forma di permesso retribuito di astensione dal lavoro rivolto a lavoratori dipendenti e concesso in occasione della nascita, dell’adozione o dell’affidamento di un bambino.

Questo periodo è di 10 giorni, che diventano 20 in caso di parto plurimo (come quello gemellare).

L’obiettivo, come evidenziato dalla Ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti è di permettere a questo congedo di avere un limite di 3 mesi in futuro.

Tra le novità dell’ultima forma di congedo parentale c’è quella che permette di usufruirne nell’arco temporale che va dai due mesi precedenti alla data presunta del parto ai 5 mesi dalla nascita del bambino/ a, o dall’ingresso in famiglia in caso di adozioni oppure dall’affidamento o dal collocamento temporaneo, una sostanziale differenza rispetto al passato, in quanto era necessario attendere la nascita dell’infante.

I datori di lavoro quindi devono provvedere all’erogazione del congedo di paternità, che deve essere richiesto dal fruitore attraverso un documento scritto, mentre se l’indennità deve arrivare direttamente dall’INPS è necessario provvedere attraverso il portale ufficiale dell’INPS, oppure attraverso un qualsiasi patronato attivo sul territorio nazionale.

E’ bene ricordare che il decreto paternità “considera” all’interno del proprio calcolo esclusivamente le giornate lavorative.

Congedo di paternità