Giugliano-Pescara: 1-1. I tigrotti allungano la striscia positiva

Si è a poco conclusa la gara tra Giugliano e Pescara valevole per la 9a giornata del campionato di Serie C Girone C con il risultato di 1-1.

Indice dei contenuti

Giugliano: partenza sprint

Il Giugliano senza Di Napoli in panchina colpito dall’influenza è sceso in campo con un insolito 4-3-1-2, che si è dimostrato comunque molto efficace.

La gara è iniziata subito con un sussulto, al 6′ Kyeremateng ha dovuto lasciare il campo a causa di un infortunio muscolare ed al suo posto è entrato l’argentino Rizzo, rivelatosi poi una mossa più che azzeccata.

Al 12′ infatti proprio Rizzo scattato sul filo del fuorigioco ha lasciato partire un missile terra-aria che si è stampato sulla traversa ed è ritornato in campo, pronto Piovaccari a ribadire in rete ma Milani ha spinto il centravanti gialloblù provocando il rigore e l’ineccepibile espulsione.

Dopo le consuete proteste al 14′ è stato proprio Rizzo a calciare il penalty spiazzando con freddezza il portiere per il vantaggio giuglianese.

Il Pescara seppur in inferiorità numerica non si è dato per vinto ed ha cominciato a macinare gioco con i suoi tanti talenti ed al 21′ ha agguantato il pareggio con Aloi. Perfetto stop appena dentro l’area e gran botta sotto la traversa imparabile per Sassi.

Il primo tempo è stato un continuo capovolgimento di fronte con le due squadre che hanno cercato il gol del vantaggio.

L’azione migliore è capitata sui piedi di Ghisolfi, ma il suo forte tiro da pochi passi è stato salvato dal difensore del Pescara Brosco che si è immolato per salvare il risultato.

Pescara con più possesso palla e Giugliano pronto a colpire di rimessa, ma si è andati al riposo sul risultato di 1-1.

Ripresa spezzettata

La ripresa è stata invece tutt’altro che divertente, continui stop per infortuni e cambi non hanno mai permesso di alzare il ritmo della gara.

Da segnalare al 64′ l’espulsione per il Giugliano di De Rosa per una presunta gomitata, ma il calciatore era solo saltato in modo scomposto e non cattivo e quindi il giallo sarebbe stato il cartellino più appropriato.

Al 72′ è dovuto uscire Rizzo per infortunio per un colpo fortuito alla testa, il calciatore è stato trasportato in ospedale dall’ambulanza, ma è sempre rimasto cosciente, quindi si dovrebbe trattare solo di accertamenti dovuti.

La gara è proseguita senza sussulti fino al triplice fischio dell’arbitro.

Considerazioni

Buonissimo punto per il Giugliano che ha allungato la striscia positiva a tre risultati ed ha anche mantenuto l’imbattibilità interna.

Solita partita di grinta e sacrificio oltre ad approfittare di ogni minima sbavatura degli avversari. Buona la prestazione di Ghisolfi, mentre Gomez è apparso quello più in difficoltà seppur si sia meritato la sufficienza.

Il Pescara ha dimostrato di poter lottare per la promozione, perchè anche in inferiorità numerica ha saputo subito riorganizzarsi e creare problemi.

In fin dei conti un pareggio giustissimo che può andare bene ad entrambe le compagini. Sabato nuovo appuntamento in casa per il Giugliano che ospiterà la Gelbison sconfitta oggi in casa dal Monterosi 1-0 interrompendo la striscia di 4 successi di fila.