L’Afragolese ritorna alla vittoria e lo fa in uno scontro diretto per i play-off contro l’Arzachena piegando i sardi per 3-1.

Afragolese: primo tempo di furore

Mister Fabiano ha subito mandato in campo dal primo minuto il nuovo acquisto Van Ransbeeck, il quale ha dimostrato di essersi già integrato nei meccanismi della squadra sfoderando una grandissima prestazione.

Senese ha invece preso il posto a destra del partente Micillo e Cordato è stato schierato a sinistra. A centrocampo De Rosa ha vinto il ballottaggio con De Marzo, mentre in attacco inamovibili i tre bomber Caso Naturale-Longo-Celiento.

Afragolese subito in vantaggio al 9′ con bomber Longo, che di testa ha sfruttato alla perfezione l’assist di Van Ransbeeck.

Celiento ha sfiorato il raddoppio al 24′ sempre servito dal belga, raddoppio che il “Marziano” ha siglato al 44′ su rigore spiazzando il portiere Ruzittu.

Sul 2-0 si è chiusa la prima frazione di gioco.

Il sigillo di Caso Naturale

Ad inizio secondo tempo Caso Naturale non è voluto essere da meno ai suoi colleghi di reparto e così al 49′ ha impegnato il portiere sardo di testa, ma sulla respinta è stato micidiale realizzando il 3-0 che di fatto ha chiuso la contesa.

Tridente d’attacco in gol confermandosi micidiale, sono 19 le reti realizzate dai tre moschettieri su 24 totali dell’Afragolese.

Al 60′ è arrivato il gol della bandiera per l’Arzachena siglato da Loi.

Sorpasso in classifica

La compagine rossoblù è rientrata in zona play-off scavalcando proprio l’Arzachena in una classifica però monca a causa dei tanti rinvii delle ultime settimane causa Covid. La stessa Afragolese dovrà recuperare una gara, ma nessuno potrà togliergli al momento il 5° posto.

Si spera solo che d’ora in poi i rossoblù abbiano maggiore continuità di risultati, ma oggi è il momento di festeggiare e fare un plauso alla società per l’acquisto di Van Ransbeeck, al quale sicuramente si aggiungeranno altri volti nuovi anche se la rosa non ha bisogno di stravolgimenti.