Il diabete risulta essere una delle malattie più conosciute e diagnosticate dei nostri tempi, anche se si tratta di una patologia molto comune anche nei secoli passati, risulta in aumento.

Calcolando solo la percentuale di diabetici nel nostro paese, si tratta di oltre 3,5 milioni di persone, un aumento molto importante rispetto agli ultimi 20 anni. Nell’ultimo ventennio infatti i casi sono aumentati di oltre il 50 %.

Cos’è?

Quando si parla di diabete, si fa riferimento alle difficoltà del corpo che ne è affetto (generalmente si fa riferimento al diabete mellito di tipo 2, la forma più diffusa tra gli adulti) a regolarizzare la quantità di zuccheri del sangue, che in un organismo sano viene gestita attraverso la diffusione dell’insulina che ne riduce la quantità.

I fattori scatenanti che determinano il diabete sono sopratutto genetici ma anche ambientali e solo parzialmente legati al tipo di dieta, che comunque risulta essere un fattore importante per “tenere a bada” la malattia.

Hai il diabete? Segni sulla bocca possono significare glicemia alta: attenzione, ecco quali sono

I sintomi sono vari, come la spossatezza, aumento di fame e sete, minzioni più frequenti, segni di spossatezza ma anche altri, apparentemente non legati alla quantità eccessiva di glucosio nel sangue.

Anche la nostra bocca può darci un’indizio in tal senso: l’aumento di zuccheri del sangue influisce anche sulla conformazione biologica dei batteri presenti nella nostra bocca ed alcuni sintomo di quantità eccessive di glucosio.

Ad esempio manifestazioni legati alla paradontite, ossia quando la gengivite, un’infiammazione delle gengive che non viene curata.

Altri problemi legati al cavo orale che possono dipendere dal diabete sono eventuali disfunzioni delle ghiandole salivari, che producono così meno saliva, contribuendo ad una secchezza del cavo orale e una maggiore esposizione placca e carie, oltre a maggiori difficoltà durante la masticazione, ma anche una maggiore sensibilità dei denti.

diabete bocca