Negli ultimi decenni il numero delle diete e sottodiete è aumentato in maniera esponenziale, per adattarsi a differenti tipologie di persone, ecco perchè può essere facilmente confusi in questa grande varietà. Alcune diete prevedono l’esclusione di una particolare tipologia di alimenti, altre invece prevedono il consumo maggiore di un cibo preciso.

Altre diete, come quella proteica vanno proprio in questa direzione, e solitamente risulta specificatamente indicata per mantenere una linea “snella”, con l’assunzione di un apporto importante di proteine a discapito dei carboidrati.

Cos’è la dieta proteica?

Con questa terminologia si indica in maniera generica proprio un regime alimentare che prevede un basso o addirittura nullo apporto di carboidrati. Queste si suddividono a loro volta in sottotipologie, come ad esempio quelle  iperproteiche, iperlipidiche, iperproteiche a seconda della volontà di assumere i lipidi (i grassi) oppure no, sempre in sostituzione dei carboidrati, che sono molto presenti nella dieta mediterranea. Le proteine sono molto diversificate e possono prendere il posto dei carboidrati in maniera quasi totale, a patto di stare attenti perchè molti alimenti ad alto contenuto proteico “nascondono” un apporto importante di carboidrati.

Di fatto non esista una singola “dieta proteica”, ma si tratta piuttosto di un regime alimentare, che ha portato allo sviluppo di svariate diete, come la Dunkan, Zona, Paleo, la chetogenica, solo per fare qualche esempio, tutte con prevalenza proteica.

Gli alimenti per dimagrire in fretta

E’ consigliato il consumo di carne bianca, uova, pesce, molte varietà di verdure (come broccoli, spinaci, soia), quasi tutte le tipologie di noci, barrette proteiche. Ok anche i latticini, magari scegliendi quelli con un contenuto di grassi limitato.

Da limitare ma da non eliminare totalmente il consumo di cereali, che spesso sono utilizzati nelle diete proprio per sostituire pane e pasta, mentre da evitare sono alimenti come pasta, pane e qualsivoglia prodotto da forno, patate, i derivate del latte con molti zuccheri, i cibi già pronti di provenienza industrale e i legumi. Da limitare anche l’uso di frutta eccessivamente zuccherina, come fichi e banane.

dieta-proteica

Indice dei contenuti