Please wait..

Nuovi limiti di deposito sul libretto postale – Novità per il 2024

Come ben si sa, gli italiani sono da sempre un popolo di risparmiatori, anche in periodi di grande crisi economica come quello attuale. Attualmente, il 37% degli italiani riesce a mettere da parte qualche soldo, mentre solo un italiano su quattro riesce in media a mettere da parte l’8% delle entrate di ogni mese. Tuttavia, molti di loro sono costretti a spendere tali risparmi per eventi inaspettati.

I dati dell’Osservatorio mensile di Findomestic rivelano che solo il 35% di questi risparmiatori investe in Titoli di Stato e libretti remunerati. Questi ultimi sono considerati uno strumento affidabile e di facile gestione, in particolare il Libretto di Risparmio, specialmente quello Postale. Questo strumento consente agli italiani di investire in modo sicuro senza correre rischi sproporzionati.

I libretti di risparmio, introdotti nel 1875, sono sempre stati molto utilizzati come salvadanai, ma con l’avvento dei nuovi libretti smart sono diventati molto più facili da utilizzare grazie alle nuove funzionalità. Ora è possibile versare e prelevare denaro, depositare stipendi e pensioni, anche se al momento non possono essere utilizzati per fare pagamenti in negozi fisici e virtuali.

I nuovi libretti smart hanno rimpiazzato i vecchi libretti al portatore e consentono di investire senza correre troppi rischi. Si tratta di contratti con cui Poste Italiane acquisisce la titolarità delle somme depositate per un certo periodo di tempo e si impegna a rendere tali importi disponibili in qualsiasi momento, su richiesta del cliente o alla scadenza dell’offerta, con il pagamento di interessi.

Nuovi limiti di deposito sul libretto postale: ecco le novità per il 2024

Il libretto 2024, con le sue nuove funzionalità, può essere utilizzato come un conto per versare lo stipendio o accreditare la pensione, ma non offre la possibilità di avere una carta di credito o un libretto degli assegni. Tuttavia, è possibile controllare l’estratto conto in tre modi facili. Sono disponibili quattro tipi di libretti: Ordinari, Smart, dedicati ai minori fino a 18 anni e Giudiziari.

Molti si chiedono se ci sia un limite massimo di versamento sul libretto, cioè una cifra massima che può essere depositata. La risposta è no, è possibile versare sul libretto postale qualsiasi cifra si desideri. Tuttavia, bisogna prestare attenzione al fatto che lo Stato assicura al massimo la cifra di 100.000 euro. Ad esempio, se si decide di depositare 130.000 euro, solo 100.000 euro saranno assicurati, mentre i restanti 30.000 euro non saranno coperti dall’assicurazione.

Il limite di 100.000 euro è stabilito per ogni correntista, in conformità alla Direttiva europea 2014/59/UE che regola il bail-in. Quindi, il denaro depositato oltre questa cifra non è assicurato.