Novavax è il più recente vaccino anti Covid-19 che ha ottenuto l’approvazione da parte dell’EMA, ossia l’Agenzia europea per i medicinali, l’organo che valuta tutte le informazioni relative a qualsiasi farmaco che viene distrubuito in tutta l’Unione Europea.

Ciò significa che il Nuvaxovid, il nome commerciale del Novavax, sarà disponibile in Italia così come in tutta l’Unione a partire dalla prima parte del 2022.

Vaccino Novavax

Si tratta del 5° vaccino approvato dall’EMA, presenta delle differenze sostanziali rispetto alle già conosciute Astrazeneca, Pfizer, Johnson&Johnson e Moderna: Novavax presenta una tipologia di studio più vecchia ossia la tecnica delle proteine ricombinanti, già utilizzata da vaccini utilizzati per debellare malattie già conosciute. Ciò potrebbe renderlo maggiormente accettabile anche da parte della parte “scettica” verso i vaccini, data la natura meno sperimentale.

Il vaccino in questione, realizzato negli Stati Uniti e sperimentato su quasi 50mila persone, continuerà ad essere monitorato con dei controlli da parte dell’EMA: attualmente presenta un’efficacia contro il coronavirus pari al 90 %, e la sua efficacia sembra essere pari anche per quanto riguarda le numerose varianti che si sono susseguite in questi mesi, almeno secondo quanto rilevato dagli studi, Omicron compresa.

L’accordo con Novavax è stato siglato con l’Unione Europa la scorsa estate e dai primi mesi del 2022.

Gli effetti collaterali

Gli effetti collaterali come per tutte le varianti di vaccino, sono tuttavia presenti, ma l’Ema si è già pronunciata in merito: anche se utilizza un altra tecnologia, anche Novavax presenterà effetti collaterali non dissimili da quelli riscontrabili dalle altre tipologie di vaccino.

I più frequenti rilevati in fase di test mettono in evidenza, sintomi influenzali, nausea, dolori articolari e/o scarsa sensibilità dell’arto vaccinato, ma anche vomito e una sensazione di stanchezza diffusa. Come gli altri vaccini anche Novavax potrà presentare risposte anomale da parte delle singole persone, ma la maggioranza dei sintomi svanisce nel giro di un paio di giorni.

novavax