Tu si que vales: nuovi giudici, polemiche, Littizzetto, Ferilli

Il concetto di programma “talent” è sicuramente divenuto molto popolare nell’immaginario collettivo italiano, e si porta dietro una serie di tipiche dinamiche culturali inerenti anche al cambio di conduzione, in particolare quando si tratta di un format famoso come Tu si que vales, di produzione Mediaset, che è stato confermato prevedibilmente anche per il 2023.

Tu si que vales: nuovi giudici, polemiche, Littizzetto, Ferilli

Non si hanno ancora i crismi dell’ufficialità ma il programma nell’edizione 2023 dovrebbe partire in autunno. Però già sono trapelate nuove informazioni inerenti a diversi cambi ai vertici, una delle forme di cambio più importante è inerente al comparto dei giudici che vedrà molto probabilmente l’addio di Teo Mammuccari e Belen in favore di Luciana Littizzetto, “orfana” del ruolo a fianco di Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa, dopo l’approdo del conduttore a NOVE.

Tutto ciò ha inevitabilmente provocato alcune reazioni social anche da parte di personaggi famosi come Sabrina Ferilli che ha immaginato la reazione della comica nei confronti di Giovanni Iovino, il “disturbatore” del format che è solito per l’appunto intervallare siparietti comici con “azioni disturbative” nei confronti dei giudici.

Sicuramente una figura polarizzante e divisiva come la Littizietto continuerà a fornire elementi di discussioni online.

Tu si que vales