Viterbese-Giugliano: 2-1, questo è il risultato della gara valevole per la 20a giornata del campionato di Serie C Girone C, con i tigrotti che chiudono il 2022 con la seconda sconfitta di fila.

Viterbese-Giugliano: primo tempo di marca giuglianese

Viterbese-Giugliano si è aperta subito con il vantaggio dei tigrotti, che al 2′ con Piovaccari servito da un retropassaggio sbagliato di Marenco si è trovato da solo davanti a Bisogno ed ha insaccato con estrema freddezza.

Giugliano che ha rilanciato dal primo minuto il capitano Ciro Poziello, Ceparano, Gomez e lo stesso Piovaccari.

La compagine campana ha fatto valere nei primi 45 minuti una netta superiorità andando più volte vicina al raddoppio, soprattutto con Salvemini e sul finire con Rondinella, che ha chiamato il portiere Bisogno a compiere un miracolo.

Anche la Viterbese ha avuto le sue opportunità per trovare il gol, la più ghiotta al 13′ con una triplice azione sventata prima da Sassi e poi dalla difesa dei tigrotti.

Quello che però si è notato nel primo tempo è stato il saper dettare i ritmi del gioco del Giugliano, che è apparso comunque quasi sempre in controllo della gara.

Viterbese-Giugliano: nel secondo tempo i tigrotti cadono nella trappola laziale

Ad inizio ripresa mister Di Napoli ha preferito far entrare Oyewale per Gomez, ma l’esterno sinistro è apparso fin da subito nervoso oltre il dovuto non dando l’apporto sperato.

La Viterbese ha iniziato ad alzare l’agonismo mettendola sulla battaglia ed il Giugliano è caduto nella trappola lasciandosi innervosire e perdendo lucidità anche se al 59′ è andato vicinissimo al raddoppio ancora con Piovaccari che ha visto il suo diagonale salvato sulla linea di porta.

Quasi a sorpresa è arrivato il pareggio dei padroni di casa con Semenzato al 67′. Bella trama centrale conclusa dall’assist di petto di Polidori che ha smarcato davanti a Sassi lo stesso Semenzato che ha trafitto il portiere del Giugliano.

Di Napoli ha cercato di dare più peso all’attacco con l’entrata di Nocciolini per Salvemini, ma il numero 90 dal suo ingresso in campo non si è mai fatto notare.

Mentre l’agonismo è continuato a salire, la Viterbese ha trovato anche il gol del vantaggio sugli sviluppi di calcio d’angolo. Colpo di testa del neo entrato D’Uffizi che ha insaccato al minuto 76′.

Inutile anche il cambio modulo per il Giugliano con l’ingresso di Kyeremateng, la squadra si è resa pericolosa solo con un tiro dalla distanza del solito Piovaccari, che comunque non ha impensierito più di tanto il portiere di casa.

Tanti attacchi sterili e partita persa con il rammarico di aver buttato al vento l’occasione per chiudere nel migliore dei modi un 2022 comunque stupendo.

Considerazioni

Viterbese-Giugliano è stata la classica partita dai due volti, con il Giugliano che è sembrato a lunghi tratti padrone del campo con la sensazione di poter chiudere il risultato da un momento all’altro.

Nel secondo tempo invece non ha retto l’urto dell’agonismo perdendo in lucidità e lasciandosi rimontare fino a perdere la sfida che era ampiamente alla portata.

C’è da dire che non è la prima volta che il Giugliano sciupa troppo e questo può iniziare a pesare, ma ci sono anche note positive come le buonissime prestazioni dei rientranti Ciro Poziello e Piovaccari.

Ora arriva la pausa, ci sarà tempo per riflettere e si aprirà anche il mercato dove probabilmente la società potrebbe pescare una punta più affidabile e qualche altro rinforzo, senza però mai dimenticare l’ottima stagione che questa neopromossa sta disputando.