Valzer allenatori. Il campionato è terminato da poche ore, ma messi da parte festeggiamenti e delusioni, le squadre stanno già lavorando per la prossima stagione.

Prima di tuffarsi sul calciomercato molte compagini dovranno scegliere il nuovo allenatore oppure cercare di confermare chi già c’è, cercando di mettere sul piatto garanzie tecniche e progetti chiari.

Valzer allenatori: gli aggiornamenti

Sono tante le squadre che dovranno scegliere il nuovo allenatore. L’Udinese ha salutato Gabriele Cioffi. Al suo posto si segue uno tra Zanetti e Pecchia. Su Cioffi c’è il Verona che sostituirà Igor Tudor. Sul tecnico croato c’è il forte pressing del Bologna che vuole capire le intenzioni di Mihajlovic.

Come alternativa c’è Roberto De Zerbi, che può tornare in Italia se le cose in Ucraina non dovessero cambiare.

Anche lo Spezia cambierà allenatore. Thiago Motta è sempre stato messo in discussione per tutto il campionato salvo poi dare una svolta alla stagione con le vittorie contro Napoli e Milan.

Al suo posto di parla dell’ex Udinese Luca Gotti o Andrea Pirlo.

Valzer allenatori: le neopromosse

Andrea Pirlo è anche il sogno della Cremonese orfano di Pecchia. I grigiorossi oltre all’ex juventino strizzano l’occhio anche a Gattuso.

Ma le alternative più concrete portano a Filippo Inzaghi o all’emergenze Massimiliano Alvini autore di un ottimo campionato con il Perugia.

L’altra neopromossa, il Lecce continuerà con Marco Baroni che con l’esperto Pantaleo Corvino cercheranno di allestire una squadra che possa conquistare la salvezza.

Valzer allenatori: tra dubbi e certezze

Le big dovrebbero confermare i loro allenatori. Milan e Inter punteranno ancora su Pioli e Simone Inzaghi così come Lazio e Roma si tengono stretti Sarri e Mourinho.

A Napoli è tornato il sereno con Spalletti che continuerà la sua avventura napoletana così come Allegri che resterà alla Juventus.

Tra le formazioni di fascia medio alta, Sassuolo e Atalanta hanno già deciso di proseguire rispettivamente con Dionisi e Gasperini.

Situazione incerta a Torino sponda granata. Juric vuole garanzie tecniche sulla squadra da allestire per proseguire il suo rapporto con Cairo.

Anche Andreazzoli deve decidere se rimanere a Empoli oppure no. La Salernitana, invece, vuole convincere Nicola a restare dopo la miracolosa salvezza ottenuta dai campani.