Il Giugliano sarà di scena domani nell’anticipo della 25a giornata del Girone G di Serie D sfidando in trasferta la Vis Artena per mettere un altro mattone verso il sogno sempre più vicino della Serie C.

Giugliano: un altro piccolo ostacolo verso la C

Il Giugliano domani accompagnato da una massiccia presenza di tifosi si recherà nel Lazio per sfidare la Vis Artena in un incontro che per i tigrotti sarà l’ennesima tappa di avvicinamento verso il sogno chiamato Serie C.

La squadra guidata da mister Ferraro non vince in trasferta dal 6 gennaio quando ha battuto l’Ostia Mare per 1-0, le successive trasferte in Sardegna sono state mal digerite dai gialloblù, che domani proprio dal Lazio dovranno ricominciare a riconquistare i tre punti lontano da casa per blindare sempre più il primo posto.

Un primo posto fin qui strameritato e difficilissimo da attaccare per le inseguitrici Torres e Nuova Florida, ma che lo stesso va difeso fino a quando la matematica non sentenzierà la promozione tra i professionisti.

Gara non proibitiva quella del Giugliano contro una squadra in netto calo e ormai senza ambizioni.

Vis Artena: un campionato vissuto nell’anonimato

La Vis Artena rispetto alla scorsa annata sta vivendo una stagione anonima, infatti occupa la 10a posizione senza alcuna pretesa se non quella di centrare la matematica salvezza il primo possibile.

La squadra guidata da Fabrizio Perrotti è reduce dalla sconfitta nel derby contro il Monterotondo per 2-1. Un cammino molto deludente composto da 10 vittorie, altrettante sconfitte e 4 pareggi.

La squadra laziale ha una media di età abbastanza bassa (23,7 anni) e conta tra le sue fila un solo straniero, la punta nigeriana Emmanuel Odianose, il quale insieme a Lucchese e Mastropietro sono i cannonieri della compagine con 5 reti all’attivo.

Il tecnico di solito schiera una formazione basata sul 3-4-3, un modulo che può avvantaggiare le giocate di Cerone e compagni.

Un passo alla volta verso il sogno

Domani servirà il miglior Giugliano per portare a casa i tre punti, perchè di fronte troverà una squadra che non avrà nulla da perdere, ma la vittoria serve perchè un passo alla volta si potrà raggiungere il sogno ed il tutto prima del grande derby nel turno infrasettimanale di mercoledì contro l’Afragolese.