Calciomercato Napoli. La società azzurra sta lavorando sul rinnovo di contratto di Piotr Zielinski. Il polacco ha ancora un anno di contratto con il Napoli e si sta discutendo sul prolungamento.

Ovviamente De Laurentiis continuerà a rispettare i parametri che si è imposto l’estate scorsa e sarà il centrocampista se accettare le condizioni oppure andare via.

Calciomercato Napoli: ecco la proposta per Zielinski

Zielinski ha un contratto che scadrà l’anno prossimo. Attualmente guadagna 3,5 milioni di euro.

Il Napoli ha intenzione di trattenerlo, ma visto che il giocatore compierà 29 anni e da questa estate è partita la politica di riduzione del monte ingaggi proporrà al giocatore delle cifre inferiori, magari aggiungendo bonus o fare un contratto più lungo.

Difficile al momento capire se il giocatore accetterà queste condizioni, ma la società azzurra non ne farà un dramma se il polacco andrà via, anche perchè in estate si è visto che nonostante siano andati via molti senatori.

Giuntoli è stato capace di sostituirli con giocatori giovani e motivati che non stanno facendo rimpiangere chi ha lasciato Napoli.

Calciomercato Napoli: Ounahi in prima fila

Per il sostituto di Zielinski è sempre caldo il nome di Ounahi. Il Napoli al momento non si muove dai 10 milioni di euro più bonus offerti all’Angers. Il Napoli punta sulla situazione economica del club francese e sulla necessità di fare cassa.

Su di lui c’era il Leeds che però non ha fatto passi avanti. La sensazione è che se in questa sessione di mercato il marocchino non si muove, aumenta la possibilità che il giocatore possa arrivare in azzurro la prossima estate.

Calciomercato Napoli: Samardzic sotto osservazione

Oltre a Ounahi il Napoli continua a monitorare le prestazioni di Lazar Samardzic dell’Udinese. Il centrocampista tedesco di origini serbe corrisponde al target di giocatori che segue gli azzurri: giovane e in procinto di esplodere.

Inoltre i rapporti tra Pozzo e De Laurentiis sono ottimi e lo hanno dimostrato anche gli affari conclusi in passato e non è escluso che ce ne sia un altro in procinto di essere chiuso.