Donato Poziello, ex presidente del Giugliano dei tempi d’oro e oggi primo sostenitore della famiglia Mazzamauro, è stato ieri ospite della trasmissione in onda ogni lunedì su TeleclubItaliaCuore Gialloblù” presentata dai colleghi Teresa Frascogna e Gaetano Pragliola coadiuvati ieri dalla presenza di Giuseppe D’Ausilio. Poziello ha saputo toccare come sempre le corde dei sentimenti del popolo giuglianese.

Donato Poziello: calma, pacatezza ed emozione per la sua Giugliano

Donato Poziello è stato il presidente del Giugliano dei miracoli, quello che è approdato in C2 e vinto lo scudetto dilettanti nella stagione 1997/98.

Oggi è accanto alla famiglia Mazzamauro in quella che si sta dimostrando la stagione del ritorno tra i professionisti dei Tigrotti e seppur abbia un ruolo più da tifoso che da dirigente in questa nuova realtà, è sempre visto come il grande presidente da tutti i tifosi giuglianesi, proprio come lo è stato l’indimenticabile Salvatore Sestile.

Poziello è un punto fermo per i giuglianesi e con la sua pacatezza ma anche fermezza, sa come infiammare la piazza meglio di tutti.

Ieri la sua ospitata ha fatto sicuramente balzare l’audience della trasmissione, ma soprattutto le sue parole hanno toccato punti importanti per questa e anche per la prossima stagione.

Donato Poziello ha voluto rassicurare i tifosi sui lavori che l’amministrazione comunale dovrà effettuare per l’agibilità del De Cristofaro alla Serie C ed in più ha invitato tutta la popolazione a seguire in massa la trasferta della squadra a Formia dove il Giugliano potrebbe matematicamente centrare la promozione.

Un padre di famiglia per tutta Giugliano

Le parole dell’ex presidente sono state cariche di emozioni soprattutto quando ha parlato dei suoi figli Ciro e Raffaele, ragazzi e professionisti esemplari di questo Giugliano, ma non solo, perchè il suo sapere di calcio e l’amore per la propria città ha colpito in modo positivo tutti i giuglianesi, che vedono in Donato Poziello un fratello maggiore o per i più giovani il classico padre di famiglia, che sa sempre usare la parola giusta al momento giusto.

Si è messo con tutta la modestia di questo mondo, in un angolino lasciando tutti i meriti alla famiglia Mazzamauro, che sicuramente li ha e nessuno può dubitarne, ma tutti sanno che senza l’appoggio di Poziello magari questa proprietà avrebbe scelto altri lidi dove mettere le radici.

Un grande conoscitore di calcio e persona umana, che ha difeso a spada tratta società, squadra e mister Ferraro, colui che nell’ultima gara è stato attaccato non come allenatore ma come persona da pochissime persone, un gesto che anche noi ci sentiamo di condannare fortemente.

Donato è riuscito con poche parole a far capire quanto sia importante credere nel Giugliano e nella città di Giugliano e non è da tutti.

Tifoso o dirigente, il grande Poziello sa come infiammare la piazza e con un sorriso anche come farla riflettere. Ecco Giugliano ha bisogno di persone così e oggi più che mai si è potuto capire perchè capitan Ciro e Raffaele siano innamorati della propria terra.

La Serie C sarà un premio per i Mazzamauro, per i calciatori, per lo staff tecnico, ma sarà anche il premio per una persona che fin dal primo giorno ha creduto in questa società, Donato Poziello!