Il Morbo di Crohn, conosciuta anche come Malattia di Crohn è un disturbo che causa un’infiammazione diffusa lungo tutto il tratto dell’intestino, in che significa che può condizionare l’intero gastrointestinale oppure specifiche zone, anche se nella stragrande maggioranza dei casi esaminati tende a manifestarsi nella parte più “bassa”, ossia quella comprendente colon e intestino tenue, precisamente l’ileo, ossia la parte finale dell’intestino tenue.

Morbo di Crohn, sintomi iniziali

Il nome è dato dall’omonimo dottore che per la prima volta, negli anni 30 del 20esimo secolo, diagnosticò il disturbo in maniera precisa, ossia Burrill Bernard Crohn. Nonostante i notevoli passi in avanti adempiuti dalla medicina moderna, non è ancora chiaro cosa causi l’intercorrere del disturbo, che viene causato da un attacco da parte del sistema immunitario che percepisce il bisogno di agire e predisporsi verso le zone interessate. Generalmente la dieta, e lo stile di vita, così come una predisposizione genetica (anche se non è stato stabilito un legame dal punto di vista dell’ereditarietà) sono fattori che influiscono in maniera decisamente importante.

I sintomi possono essere molteplici, legati alla zona specifica interessata: diarrea, bruciori, presenza di sangue nelle feci, così come uno stato di malessere diffuso, paragonabile ad uno stato febbrile avanzato. Nonostante ciò, oltre la metà dei casi diagnosticati di questa malattia non presenta sintomi, e viene scoperta casualmente.

Dieta consigliata

Visto che interessa in maniera diretta l’intero tubo digerente, la dieta, come accennato, svolge un ruolo di primo piano per combattere e limitare gli effetti della malattia, che può venire efficacemente contrastata da uno specifico regime medicinale.

Un apporto di verdure, frutta fresca, carne bianca e pesce possibilmente magro sono consigliabili in una fase non particolarmente acuta della malattia, evitando o riducendo molto l’apporto di cibi zuccherati, speziati o piccanti.

Durante la fase acuta della malattia è bene seguire i consigli del medico, che solitamente prevede una dieta ancora più stringente, povera anche di fibre.

crohn

 

Indice dei contenuti