In una stagione molto difficile, culminata dall’eliminazione in Champions, Matias Soulè si sta ritagliando uno spazio importante nella Juventus. Il giocatore argentino sta approfittando, non solo dell’addio del suo connazionale Dybala, ma anche dell’altro compagno Di Maria, spesso out per infortunio.

Matias Soulè: il suo arrivo a Torino

Soulè muove i primi passi da giocatore nelle giovanili del Kimberley per poi approdare al Velez Sarsfield. Dopo cinque anni la Juventus lo nota e approda a Torino nel 2020.

Essendo un classe 2003 è stato inserito nella lista Under 23 della squadra che milita nel campionato di Serie C. Tra campionato e play off realizza tre reti che gli hanno permesso di guadagnare il posto anche in prima squadra.

Quest’anno la stagione dei bianconeri sta diventando molto complicata e complice i continui infortuni muscolari di Di Maria, il talento argentino sta trovando un impiego maggiore. Per il giocatore è un’occasione veramente ghiotta per essere protagonista nella squadra maggiore.

Matias Soulè: ecco quanto guadagna l’argentino

Sullo stipendio di Soulè non si sa praticamente nulla visto che è un giocatore che si sta affacciando al grande calcio da pochissimo tempo. Il suo ingaggio non si dovrebbe discostare di molto da quello che guadagnano i giocatori della sua età nelle giovanili, ovvero una decina di migliaia di euro.

Ora che è diventato maggiorenne e che sta aumentando le sue presenze in Serie A, non è escluso che ci possa essere un aumento dello stipendio. Non c’è fretta: il suo contratto scade nel 2026.

Matias Soulè: caratteristiche tecniche

Soulè gioca prevalentemente a destra come ala, ma può essere impiegato anche da trequartista. Tra il suo repertorio c’è dribbling, assist e calci piazzati. Il paragone con Dybala è scontato sia per caratteristiche che per la sua nazionalità, così come l’altro compagno Di Maria.

L’auspicio dei bianconeri è che il giocatore possa diventare come loro ed essere un punto fermo della squadra.